Inter, arriva il piano anti-crisi di Suning: possibili nuovi soci in vista

0
1562
suning-zhang-marotta-inter-juve-verso-il-no-della-ripresa-campionato-serie-a-vulpis
Getty Images

Suning e la famiglia Zhang si sono lanciati nuovamente alla ricerca di nuove strade per introitare capitali e sconfiggere così la crisi dovuta alla pandemia del coronavirus.

“Si cercano nuovi finanziatori o un socio di minoranza che sostituisca (o affianchi)  LionRock Capital, ora al 31,05% del pacchetto nerazzurro. Stando a indiscrezioni il neo azionista del club nerazzurro potrebbe arrivare dagli USA, ovvero da un Paese pieno di uomini d’affari che vedono nel calcio un grande business – scrive oggi La Gazzetta dello Sport -. Altri soldi, invece, arriveranno in tempi rapidi dal prossimo main sponsor: arriverà dall’Oriente e sostituirà Pirelli sulle maglie dal 2021-22. Tutti i tasselli, messi uno di seguito all’altro, fotografano il momento concitato. Ma una certezza rimane: nonostante le difficoltà e le linee guida che arrivano dalla Cina, Suning resta al centro della scena. Salda proprietaria del club e guida per il futuro”.

“L’idea più ambiziosa – continua il quotidiano milanese – è trovare un vero e proprio partner che possa investire nell’Inter senza avere le mani legate, pur rispettando la maggioranza di Suning. Qualunque sia l’approdo finale, servono denari freschi perché c’è da reggere l’urto della tempesta perfetta: il 2019-20 si è chiuso con una perdita di 102,4 milioni. Non bastasse il Covid, ecco le restrizioni imposte da Pechino. Di sicuro, l’operazione non si chiuderà in tempi stretti e non influenzerà la magra del mercato di gennaio. Main sponsor? Si restringe a tre la corsa per il futuro, che sostituirà lo storico sponsor Pirelli. Evergrande (con il marchio della nuova auto elettrica Hengchi), Hisense Samsung  sono da mesi i candidati al nuovo contratto. E l’operazione dovrebbe essere chiusa per 30-35 milioni all’anno. Manna dal cielo visti i chiari di luna”.

Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Curare i malati, ignorare i maldicenti e amare i tifosi: Massimo Moratti