Inter-Benevento, le formazioni ufficiali: confermato Eriksen, c’è Gagliardini

0
344
eriksen-inter

Inizia il girone di ritorno con Inter-Benevento, 20.a giornata di Serie A. A San Siro i nerazzurri affrontano la squadra di Inzaghi. In panchina per l’Inter Cristian Stellini, a causa della squalifica di mister Antonio Conte.

Dopo la vittoria nel derby in Coppa Italia, l’Inter torna in campo in campionato contro il Benevento. C’è da cancellare il pareggio contro l’Udinese. Dopo i cambi contro il Milan, Conte torna all’undici tipo con il ritorno dal 1′ di Bastoni, Hakimi, Lautaro e Young (quest’ultimo vince il ballottaggio con Perisic). Al centro dell’attacco confermato Lukaku  che salterà l’andata della semifinale di Coppa Italia vista la squalifica per il giallo (il secondo nel torneo) rimediato nella rissa con Ibrahimovic.

Il Benevento di Inzaghi prova a confermare l’ottima prestazione contro il Torino e si affida al ritrovato Lapadula, appoggiato da Insigne e Caprari. In difesa subito spazio a Depaoli, a centrocampo riprende il posto Viola dopo il gol della scorsa giornata.

Queste le formazioni ufficiali.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 24 Eriksen, 5 Gagliardini, 14 Perisic; 9 Lukaku, 10 Lautaro.

A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 6 de Vrij, 7 Sanchez, 11 Kolarov, 12 Sensi, 15 Young, 22 Vidal, 36 Darmian, 77 Brozovic, 99 Pinamonti.
Allenatore: Cristian Stellini

BENEVENTO (3-5-2): 1 Montipò; 15 Glik, 5 Caldirola, 93 Barba; 27 De Paoli, 56 Hetemaj, 10 Viola, 29 Ionita, 16 Improta; 17 Caprari, 9 Lapadula.

A disposizione: 12 Manfredini, 22 Lucatelli, 6 Abdallah, 8 Tello, 14 Dabo, 18 Foulon, 19 Insigne, 20 Di Serio, 28 Schiattarella, 30 Masella, 44 Falque, 58 Pastina.
Allenatore: Filippo Inzaghi.

Squalificati: Sau (B) 1 giornata; Antonio Conte (I) 2 giornate

Diffidati: Barella, Bastoni, Brozovic (I); Dabo, Foulon, Glik, Improta (B)

Arbitro: Pasqua.
Assistenti: Longo, Raspollini.
Quarto Uomo: Gariglio.
VAR: Calvarese.
Assistente VAR: Galetto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Maldini: “Difenderemo Ibra. Lukaku ha aggredito i nostri senza motivo”