Inter, Suning dice no a Bc Partners: dialoghi con altri importanti fondi

0
1804
preziosi-sottoriva-covisoc-suning-inter-zhang-pirelli-main-sponsor-premier-league

“Suning dice no a BC Partners per l’Inter e si rivolgerà ad altri fondi per risolvere i problemi finanziari che la affliggono dopo che Pechino ha imposto alle aziende cinesi di interrompere gli investimenti all’estero ritenuti non strategici. La complessa operazione per ottenere liquidità entro maggio riparte dunque da nuovi soggetti”, notizia clamorosa riportata in questi minuti dalla Gazzetta dello Sport.

“Dietro al no della proprietà cinese c’è innanzitutto una notevole differenza sul valore delle azioni (anche perché l’Inter non è quotata in Borsa) e sulla valutazione complessiva del club. Ma al colosso di Nanchino non sarebbe piaciuta l’esposizione mediatica del fondo anglosassone, che la settimana scorsa ha terminato la due diligence. Venerdì era scaduta l’esclusiva, ma l’offerta era troppo bassa e negli ultimi giorni i margini per trovare un accordo non si sono ampliati. Ora Suning tornerà ad ascoltare gli altri fondi che avevano manifestato interesse per entrare nell’Inter, salvo poi rimanere in stand-by in attesa che scadesse l’esclusiva concessa a BC Partners. Più di un soggetto infatti aveva manifestato interesse, ingolosito anche dal possibile asset del nuovo stadio e dalla valorizzazione del prodotto calcio italiano garantita dalla decisione della Lega di affidare a dei fondi la vendita dei diritti televisivi”.

Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Marotta: “Addio al calcio delle grandi spese. Eriksen grande professionista”