Inter-Fiorentina, le formazioni ufficiali: Calhanoglu regista, c’è Vidal

0
52
inter-dzeko-perisic-champions-ca

Inter e Fiorentina scendono in campo per la trentesima giornata di Serie A alle ore 18:00. I nerazzurri, reduci dal pareggio con il Torino, la squadra di Vicenzo Italiano invece arriva dalla vittoria casalinga contro il Bologna. Per Simone Inzaghi ancora indisponibile Marcelo Brozovic, infortunatosi in Champions contro il Liverpool. Tra i pali sempre Samir Handanovic, con la linea di difesa a tre con Danilo D’Ambrosio, Milan Skriniar e Alessandro Bastoni vista l’assenza di Stefan De Vrij non a disposizione a causa di una distrazione muscolare al soleo della gamba sinistra. Nicolò Barella, Hakan Calhanoglu e Arturo Vidal comporranno la linea di centrocampo con Denzel Dumfries e Ivan Perisic, preferito a Robin Gosens, ai rispettivi lati. In attacco spazio a Lautaro Martinez e Edin Dzeko.

Italiano sceglie Saponara, Piatek e Gonzalez dal primo minuto. Terracciano in porta, la linea della difesa sarà composta da Venuti, Milenkovic, Igor e Biraghi. In mediana Torreira e Castrovilli con Ducan, favorito su Maleh per prendere il posto di Bonaventura.

Ecco le formazioni ufficiali di Inter-Fiorentina:

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 95 Bastoni; 2 Dumfries, 23 Barella, 20 Calhanoglu, 22 Vidal, 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro Martinez.

In panchina: 21 Cordaz, 97 Radu, 5 Gagliardini, 7 Sanchez, 8 Vecino, 11 Kolarov, 13 Ranocchia, 18 Gosens, 19 Correa, 32 Dimarco, 36 Darmian, 88 Caicedo.

Allenatore: Simone Inzaghi. 

FIORENTINA (4-3-3): 1 Terracciano; 23 Venuti, 4 Milenkovic, 98 Igor, 3 Biraghi; 10 Castrovilli, 18 Torreira, 32 Duncan; 22 Gonzalez, 19 Piatek, 8 Saponara.

In panchina: 25 Rosati, 69 Dragowski, 2 Martinez Quarta, 7 Callejon, 9 Cabral, 11 Ikoné, 14 Maleh, 17 Terzic, 29 Odriozola, 33 Sottil, 55 Nastasic, 91 Kokorin.

Allenatore: Vincenzo Italiano.

Arbitro: Chiffi. Assistenti: Valerani – Pagliardini. Quarto Uomo: Marchetti. VAR: Valeri. Assistente VAR: Zufferli.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Marotta: “Gli obiettivi restano scudetto e Coppa Italia”. No comment su Lukaku