Inter-Juve 2018, Orsato ammette: “Sicuramente è un errore. Da quel momento non arbitro più l’Inter”

0
149
cesari-pecoraro-Gavillucci-la-russa-orsato-scandalo-inter-juve-ora-rappresentante-degli-arbitri-pistocchi-attacca-delitto-perfetto-auriemma

Le dichiarazioni dell’arbitro Daniele Orsato in diretta TV a 90° minuto. Per la prima volta nella storia un direttore di gara si concede ai microfoni e risponde alle domande dei giornalisti. Lo fa con un indirizzo preciso, per una esigenza di “chiarezza” seguendo le direttive dell’AIA. È lui stesso a spiegare qual è il filo conduttore del confronto: “Se verrà utilizzato per la polemica non andremo da nessuna parte. Cerchiamo di sfruttare quest’occasione per fare chiarezza”. E per fare chiarezza su uno degli episodi più controversi degli anni scorsi, il fallo commesso da Pjanic su Rafinha e la mancata sanzione nei confronti del centrocampista bianconero, replica alla domanda che gli porgono da studio. Nulla da negare, né cerca motivazioni particolari: Orsato racconta la sua verità, ovvero cosa ha pensato in quella frazione di secondo che ebbe per valutare quell’intervento: “Il fallo di Pjanic su Rafinha in Inter-Juve? Non serve andarlo a rivedere, sicuramente è un errore – ha aggiunto Orsato -. La vicinanza non mi ha portato a vedere quello che poi ha mostrato la tv. L’ho vista in modo diverso, è stato un contrasto in volo e l’ho valutato male. Il VAR non è potuto intervenire per cui resta l’errore”.

Nel corso della trasmissione gli è stato chiesto se quest’anno tornerà ad arbitrare l’Inter, visto che sono passati due anni e mezzo dall’ultima volta, e Orsato ha risposto così: “Io vado dove mi manda il designatore. Sì, è da aprile 2018 che non arbitro l’Inter”. 

È l’interpretazione che spesso lascia qualcosa di non dissolto: “Gli errori li facciamo e non ci tiriamo indietro quando si tratta di ammetterli. Continueremo a lavorare sui nostri errori e miglioreremo cercando di commetterne sempre meno”.

Rai

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Conte: “Mi avevano sconsigliato l’Inter. Restare in nerazzurro per tanti anni è la cosa più bella”