Inter, per D’Ambrosio è distrazione del legamento: i tempi di recupero

0
1293
d-ambrosio -brozovic-inter-champions-roma

Brutte notizie in casa Inter: la società ha infatti appena diramato un comunicato ufficiale sulle condizioni del suo terzino destro Danilo D’Ambrosio, che solo ieri era uscito dal campo veramente dolorante in seguito a uno scontro di gioco durante il match di Serie A tra i nerazzurri e la Sampdoria. Stando a quanto si legge, gli esiti degli esami strumentali a cui il giocatore si è sottoposto presso l’Istituto Humanitas di Rozzano, non hanno dato esito affatto positivo: l’infortunio patito da Danilo D’Ambrosio è grave e potrebbe tenere il giocatore lontano dallo spogliatoio per alcune settimane. Per la precisione per il terzino si parla della distrazione del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro: un danno importante che dovrebbe tenerlo fermo ai box per almeno due o tre settimane. In aggiunta la società ha fatto sapere che le condizione del giocatore saranno nuovamente rivalutate solo la prossima settimana.

Ma secondo Sky Sport Danilo D’Ambrosio rimarrà ai box almeno per 4-5 settimane.  Questa la tempistica stimata dall’emittente satellitare, in seguito al comunicato diramato dal club milanese.

Per Danilo D’Ambrosio un brutto infortunio e dunque un bruttissimo stop: pure va detto che esaminando l’azione di gioco, per il terzino dell’Inter poteva andare peggio. Sul momento infatti si era temuto un problema più grave e la conclusione anticipata della stagione del giocatore nerazzurro: con la distrazione del legamento certo D’Ambrosio salterà alcune partite importanti (come la Roma e Juve). Ieri sera, prima ancora di conoscere l’esito degli esami, già i fan del giocatore avevano pubblicato numerosissimi messaggi di affetto e preoccupazione per le condizioni di D’Ambrosio sui social: la moglie, Enza De Cristofaro aveva poi ringraziato pubblicamente per le tante belle parole di vicinanza e solidarietà.

Sky Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Conte: “Stiamo qui a giustificare una sconfitta. Noi consapevoli solo di una cosa”