Inter su Cragno del Cagliari: la carta da giocare si chiama Nainggolan

0
655
sabatini-nainggolan-conte-inter-2-anni-di-contratto-giulini-cragno

Filip Stankovic, figlio di Deki, è il futuro a lungo termine tra i pali dell’Inter, ma il dirigenza nerazzurra ragiona anche su quello a breve termine per sostituire il capitan Samir Handanovic. Sul taccuino di Beppe Marotta e Piero Ausilio ci sono diversi nomi, da Juan Musso dell’Udinese a Marco Silvestri del Verona, ma a trovare spazio c’è anche chi ha provato a fermare i nerazzurri nell’ultimo turno di campionato, Alessio Cragno: e il club milanese ha una carta da giocarsi, Radja Nainggolan.

Dunque, non è escluso che il Cagliari torni a farsi sotto a gennaio per il centrocampista belga, chiaramente fuori dal progetto di Conte. Secondo quanto riporta oggi dal Corriere dello Sport, può prendere forma un incastro per portare il portiere toscano in nerazzurro al termine della stagione.

“L’affare non è affatto semplice e sono diversi i pezzi del puzzle da incastrare: il Cagliari chiede oltre 25 milioni di euro per il portiere, l’Inter ne voleva 12 in ottobre per Nainggolan. C’è inoltre un’importante differenza di ingaggio, con Cragno che percepisce 1 milione di euro mentre il Ninja ne prende 4 più bonus e chiede un contratto importante, alla Godin, almeno fino al 2023 per tornare in Sardegna. Operazione complicata, ma da non escludere: Cragno piace ai nerazzurri e Nainggolan può essere la chiave per avviare l’affare”.

Corriere dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

LE PAGELLE – Barella infinito, Sanchez pazzesco e la difesa a 4 è la…