Inzaghi: “Contro l’Udinese non era facile. Barella sente la maglia dell’Inter addosso”

0
31
inzaghi-inter-dazn

Simone Inzaghi ha parlato davanti ai microfoni di DAZN per analizzare il match di San Siro contro l’Udinese vinto per 2 a 0. Queste le sue parole:

“Abbiamo preparato bene una gara che non era semplice, l’Udinese è ben organizzata e con un allenatore capace. Serviva pazienza, una volta sbloccata sarebbe stata più semplice” esordisce il tecnico nerazzurro. La lettura è giusta. Nel primo potevamo muovere più velocemente la palla, ma non era semplice. Sapevamo che sarebbe stato un match del genere, nonostante le occasioni importanti. Nel secondo siamo stati bravi, con il passare di minuti abbiamo trovato più spazi. Sapevamo che sarebbe successo”.

SOSTITUZIONI

“Chi sta in panchina è decisivo, ora con le 5 sostituzioni i cambi in corsa diventano quasi più importanti di chi gioca dall’inizio. Ora li ho quasi tutti a disposizione ed è una grandissima risorsa, giocando così tanto è difficile recuperare le energie fisiche e mentali”.

CORREA SEMPRE DOPPIETTE

“In questo momento mi avevano avvertito di questa statistica. È un giocatore di grande qualità, quando sta bene può fare tante giornate come quella di oggi. Sanchez, Lautaro e Dzeko stanno bene, di volta in volta scelgo chi mandare in campo”.

BARELLA

“Quanti centrocampisti in Europa sono davanti a Barella? Posso parlare solo di Nicolò, che ha quantità e qualità. È campione d’Europa e scudettato con l’Inter: deve lavorare come fa ogni giorno. È un trascinatore, sente la maglia dell’Inter addosso e questo è un valore aggiunto per noi”, ha concluso Inzaghi.