Inzaghi: “L’Inter deve portare sempre i tre punti. Sensi? Niente Real”

0
21
inzaghi-inter-sampdoria

Dopo il pareggio di Marassi della sua Inter contro la Sampdoria, Simone Inzaghi commenta la partita ai microfoni di Sky Sport. Queste le parole del tecnico nerazzurro: “C’è rammarico perché era una partita che dovevamo e volevamo vincere. Siamo andati due volte sopra, poi abbiamo sbagliato tre occasioni semplici. Vincere oggi sarebbe stato importantissimo. La prestazione c’è stata, tutto considerato, ma c’è rammarico. Sensi era entrato bene e poi abbiamo dovuto giocare in dieci per venti minuti. Ci portiamo a casa questo punto, ma andiamo avanti con fiducia. E poi, è normale che qualcosa da rivedere con calma ci sia. Una squadra come la nostra, due volte in vantaggio, deve sempre portare a casa la vittoria. Poi se analizziamo i gol il primo è un autogol fortuito e il secondo un eurogol. Tantissimo caldo, ci prendiamo quello che è stato”.

SENSI

“Purtroppo non sta bene. Era rientrato a mezzo servizio, poi si era allenato bene ed era entrato nel migliore dei modi. Abbiamo dovuto spendere uno slot per il cambio forzato di Dimarco e restare in dieci non è stato semplice. Se ci sarà contro il Real? Lui sicuramente no, per Bastoni vedremo domani in base agli esami più approfonditi. Dimarco invece è rimasto vittima solo di crampi”.

LA PARTITA

“Lo avevamo detto anche stamattina che la partita si sarebbe più aperta alla fine anche con i cambi, e infatti stavamo creando tanto – dice Inzaghi -. Poi purtroppo ci siamo ritrovati in 10 negli ultimi 20 minuti e magari rischi addirittura di perdere. Ci resta l’amaro in bocca, ma ora dobbiamo ritrovare anche i giocatori perché sono importanti con tutti questi impegni. Già mercoledì abbiamo un match importantissimo. Se sono soddisfatto? Molto. Ho trovato una società, una tifoseria e una squadra molto disponibili. Sapevamo di poter avere difficoltà, ma dopo tre gare e due trasferte abbiamo fatto 7 punti. Bisognava sistemare alcune cose con le cessioni di giocatori potentissimi, ma la società si è fatta trovare pronta prendendo giocatori funzionali al mio credo. Ora testa al Real Madrid”.

ROSA LUNGA

“Se può essere un problema la rosa lunga? Magari potrò rispondere più avanti. Ho avuto 7 giocatori fino a giovedì e stamattina ho dovuto parlare tanto visto che alcuni erano arrivati solo ieri e chi non aveva risposato. Una rosa attrezzata per le tre competizioni, quindi voglio avere tutti a disposizione. Pensare di non avere Bastoni e Sensi mi spiace perché sono importantissimi anche in chiave rotazioni”, conclude Inzaghi.

Sky Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Raspadori: “Il mio nome associato alla ‘mia’ Inter? Sarei bugiardo se dicessi che non mi fa piacere”