La Repubblica durissima: “Juve indagata, è l’alba di una nuova Calciopoli: sistema malato”

“E’ un sistema malato quello che emerge dalle intercettazioni telefoniche ai dirigenti della Juventus. L’inchiesta penale è praticamente chiusa, ma invieremo alla procura sportiva tutti gli atti che abbiamo raccolto e non solo sulla squadra bianconera”. Sembra l’alba di una nuova Calciopoli quella che oggi si delinea dagli ultimi sviluppi dell’inchiesta sulle plusvalenze alla Juve.

L’inchiesta per le plusvalenze false messe a bilancio dalla Juve nel corso degli ultimi anni può stravolgere, esattamente come fece Calciopoli, ancora una volta il calcio italiano. Stando a quanto raccontato da La Repubblica, infatti, gli inquirenti hanno di fatto concluso la loro inchiesta dal punto di vista penale ma avrà delle conseguenze anche nella giustizia sportiva. Gli atti, infatti, saranno inviati anche alla Procura federale che si occupa di illeciti sportivi ma solo quando saranno divulgabili e non più coperti dal segreto istruttorio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Veri Interisti (@veriinteristi)

“Noi ci occupiamo di reati, questa è una valutazione che dovrà fare chi si occupa di illeciti sportivi”. Così, concluso il primo interrogatorio della settimana, quello di Maurizio Arrivabene, ad della Juve in procura a Torino, i pm hanno commentato con i giornalisti gli sviluppi dell’inchiesta sul falso in bilancio. Trema il mondo bianconero (plusvalenze sospette per 282 milioni di euro), ma anche tutto quello del calcio (di queste operazioni hanno beneficiato tanti altri club).

La Repubblica 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Conte punge: “Prima di me Bonucci e Chiellini non avevano vinto nulla”

ARTICOLI CORRELATI
- Advertisment -