L’avv. Grimaldi invita FIGC e AIA a rendere noti audio e video dalla sala VAR dopo Inter-Juve

0
68
avvocato-grimaldi-mariani-rigore-inesistente

Il noto legale napoletano Erich Grimaldi, a seguito degli episodi di Juve-Roma del 17 ottobre 2021 e Inter-Juve del 24 ottobre 2021, richiede alla FIGC e all’AIA, di acquisire audio e video della sala VAR. La motivazione dietro questa richiesta? Accertare che sia stato rispettato il protocollo dalla sala VAR dal momento che, in caso di violazione dello stesso, potrebbero esserci gli estremi per un coinvolgimento – reiterato del club bianconero – ai danni delle altre squadre.

In Juve-Roma del 17 ottobre scorso “l’arbitro deve lasciar proseguire il gioco in presenza di un’infrazione, nei casi evidenti in cui ritiene che interrompendolo risulterebbe avvantaggiata la squadra che ha commesso l’infrazione stessa. Qualora il presunto vantaggio non si concretizzi nell’immediatezza (entro 1-2 secondi), l’arbitro interromperà il gioco e punirà l’infrazione iniziale. Sia che interrompa il gioco o no, l’arbitro, se necessario, dovrà comunque assumere l’eventuale sanzione disciplinare del caso”.

In Inter-Juve, 24 ottobre, invece, al minuto 41 del secondo tempo, il piede destro del nerazzurro Dumfries incrociava la gamba sinistra del giocatore bianconero Alex Sandro e il direttore di gara, Mariani, facendo ampi gesti con le braccia, invitava i calciatori a proseguire l’azione, esplicitando di aver visto e valutato la posizione della gamba colpita senza necessità di concedere alcuna punizione: “nel caso in cui il giudice di gara veda il contatto e lo giudichi non sanzionabile con un calcio di rigore, il VAR da protocollo non può intervenire – scrive Grimaldi -. Questo perché l’entità di un contatto (e non se questo è avvenuto o meno) rientra nello spazio del soggettivo. Pertanto ci si attiene al giudizio del campo. Siccome la forza o l’entità del contatto è opinabile non può rientrare in un concetto di chiaro ed evidente errore. La sala operativa non può sottoporre il caso a revisione dell’arbitro”, si legge sul sito gonfialarete.com

gonfialarete.com

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Gasperini è una furia: “In Italia c’è un problema arbitrale enorme: questa gente non mette mai la faccia”