Le formazioni ufficiali di Sampdoria-Inter: Lautaro con Dzeko

0
21
dzeko-lautaro-inter-sampdoria

La domenica della terza giornata di Serie A inizia a Genova dove la Sampdoria di D’Aversa ospita l’Inter di Simone Inzaghi, con i nerazzurri a punteggio pieno grazie alle due vittorie ottenute contro Genoa e Verona. Problemi non da poco, per il tecnico interista, che all’ultimo ha dovuto fare i conti con la defezione di Alessandro Bastoni: per sostituire l’azzurro, alla fine Simone Inzaghi decide di affidarsi a Federico Dimarco scalato nel terzetto difensivo, con Stefan De Vrij e Milan Skriniar, e sugli esterni con Ivan Perisic e Matteo Darmian. Lautaro Martinez è invece abile e arruolato dal primo minuto al fianco di Edin Dzeko. Joaquin Correa e Alexis Sanchez pronti a subentrare. Intoccabile il terzetto di centrocampo con Nicolò Barella, Marcelo Brozovic e Hakan Calhanoglu.

Serie A, Sampdoria-Inter dove vederla: tutti i dettagli

Per i doriani, ok in extremis per Bartosz Bereszynski. Davanti, artiglieria pesante con Francesco Caputo al fianco di Fabio Quagliarella. Fischio d’inizio dell’arbitro Daniele Orsato alle ore 12.30

Ecco le formazioni ufficiali di Sampdoria-Inter:

SAMPDORIA (4-4-2): 1 Audero; 24 Bereszynski, 22 Yoshida, 15 Colley, 3 Augello; 87 Candreva, 5 Silva, 2 Thorsby, 38 Damsgaard; 10 Caputo, 27 Quagliarella.

A disposizione: 33 Falcone, 4 Chabot, 8 Verre, 9 Torregrossa, 11 Ciervo, 12 Depaoli, 16 Askildsen, 19 Dragusin, 20 Ihattaren, 25 A.Ferrari, 29 Murru, 70 Trimboli.

Allenatore: Roberto D’Aversa.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 32 Dimarco; 36 Darmian, 23 Barella, 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro.

A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 2 Dumfries, 5 Gagliardini, 7 Sanchez, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 19 Correa, 22 Vidal, 33 D’Ambrosio.

Allenatore: Simone Inzaghi.

Arbitro: Daniele Orsato.

Assistenti: Peretti, Pagliardini.

Quarto Uomo: Baroni.

VAR: Nasca.

Assistente VAR: Giallatini.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Serie A – Allegri-Spalletti, che lite nel dopo partita: “Una volta che vinco ca**o…”