Home Notizie L’Inter aspetta tutti gli uomini di Conte: da Oriali a Pintus

L’Inter aspetta tutti gli uomini di Conte: da Oriali a Pintus

763
0
inter-conte-oriali-zanetti

“La nuova Inter aspetta i colpi di mercato e lavora già alla nuova stagione: insieme ad Antonio Conte entrano nel club cinque uomini dello staff del tecnico ex Chelsea più Lele Oriali, l’uomo chiamato dal presidente Steven Zhang e dall’a.d. Beppe Marotta per fare da raccordo tra squadra e società”, scrive la Gazzetta.it

ORIALI – “Per l’attuale team manager dell’Italia di Roberto Mancini sarà un ritorno: ha vestito la maglia nerazzurra per 392 partite (dal 1970 al 1983) ed è stato dirigente dal 1999 al 2010, lasciando nell’estate del post Triplete. Amatissimo dall’ambiente e simbolo di un’Inter vincente, Lele è l’uomo giusto per trasmettere il senso di appartenenza alla società: lunedì ha fatto visita alla nuova sede ed entro il fine settimana potrebbe esserci l’annuncio”,conferma la rosea. 

GLI ALTRI – “Conte, che ha lavorato fianco a fianco con Oriali in Nazionale dal 2014 al 2016, lavorerà sui campi di Appiano con sette preziosissimi collaboratori. Il fratello Gianluca, più piccolo di tre anni rispetto al tecnico, sarà il vice: legatissimo ad Antonio, Conte junior ha sempre collaborato con il fratello, prima dietro le quinte seguendo gli avversari, poi sempre più in prima fila. Poi ci sono Paolo Vanoli e Cristian Stellini come assistenti, più Julio Tous e Costantino Coratti, rispettivamente preparatore atletico-performance analyst e preparatore atletico. L’ultimo uomo dello staff contiano è Antonio Pintus, preparatore atletico “strappato” al Real Madrid: con Conte si sono conosciuti alla Juve negli anni in cui il tecnico salentino giocava. Considerato un sergente al pari di Antonio, Pintus è stato un fedelissimo di Deschamps e Zidane, che l’ha voluto con sé a Madrid. L’unico confermato è il preparatore dei portieri, che sarà ancora Adriano Bonaiuti, già nello staff di Luciano Spalletti: in questo caso pesa il grande feeling con Samir Handanovic, con cui ha lavorato anche all’Udinese”.

Gazzetta.it