Ma quale ‘Caso Hakimi’? Marca: “Fra Inter e Real Madrid la relazione è sempre perfetta”

0
661
hakimi-inter-spezia-esulta-real

All’interno di una clamorosa e complicata crisi economica e finanziaria che ha colpito anche la famiglia Zhang, in casa Inter si pensa solo alla sfida con l’Udinese. I nerazzurri dovranno continuare a essere compatti nel gruppo squadra e puntare a quell’obiettivo agognato da Conte: il tricolore. Restano però diverse problematiche societarie che vedono ritardi nei pagamenti non solo degli stipendi dei calciatori, ma anche di trasferimenti. L’ultima notizia è riportata dal Corriere dello Sport e parla di un ritardo nel pagamento della prima rata per Achraf Hakimi, con un Real Madrid abbastanza infastidito dall’Inter e che vorrebbe garanzie.

Secondo il quotidiano romano “i blancos non avrebbero infatti ricevuto il pagamento della prima rata per il trasferimento del marocchino in nerazzurro; il versamento dei 10 milioni oggetto della discordia era stato accordato venisse posticipato a marzo. Florentino Perez vorrebbe però delle garanzie, visti i noti problemi economici dei nerazzurri e le diverse trattative per la cessione delle quote”.

DALLA SPAGNA SMENTISCONO

Il quotidiano spagnolo Marca dalla sua edizione online smentisce le notizie circolate in queste ore in Italia su un presunto ultimatum dei blancos per il pagamento immediato della prima rata del terzino nerazzurro Achraf Hakimi. Secondo il noto media madrileno, che ha interpellato fonti autorizzate dell’ambiento e vicine alla questione, i due club già la scorsa estate avevano stabilito un calendario da seguire, successivamente, in seguito alla crisi economica legata al Covid, alcune settimane fa sono state poste delle nuove condizioni in maniera sempre amichevole. Tutto dunque procede senza alcun intoppo e i rapporti tra i due club continuano ad essere perfetti. “E’ una ‘relazione perfetta’ quello fra Inter e Real Madrid”, ha scritto il quotidiano spagnolo.

Marca

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Conte: “Non mentirò mai ai miei giocatori, non vendo fumo. Non ci deve interessare se esaltano la Juve”