Materazzi: “Noi siamo l’Inter e siamo abituati al rumore dei nemici”

0
3762
materazzi-ronaldo-voleva-tornare-all-inter-io-sono-interista-e-tale-morirò-mourinho

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, la leggenda nerazzurra Marco Materazzi si esprime così sul momento degli uomini di Antonio Conte. Queste le parole dell’ex difensore della Beneamata: “Segnale al Milan? Se sarà un vero segnale, lo potrà dire soltanto il campo. Sicuramente è quello che ci voleva. Il primato dell’Inter è meritato, perché questa è una squadra costruita per lo Scudetto. La reazione? Ero ottimista. Ripeto, la squadra è forte e ha preso il carattere del suo allenatore. Il gruppo è compatto e ora sta dimostrando cosa può fare. Credo che gli stimoli non mancassero a prescindere. E vincere uno scudetto con l’Inter vale più di cento stipendi”.

CONTE

“Il litigio con Agnelli? Io ho visto Conte ‘interizzato’. Sabato ha chiesto scusa per quel gesto, pur ribadendo che era stato provocato. Ammettere i propri errori è una cosa molto bella. Noi siamo l’Inter e siamo abituati al rumore dei nemici. Rende tutto molto più bello, speciale. Premesso che non posso e voglio fare un paragone, sono simili per come vivono le partite e per come sanno tirare il meglio dai propri giocatori. Anche se poi preparano le sfide in modo diverso. L’esultanza di Conte è dovuta al fatto che sta diventando sempre più interista. E questa cosa mi piace un casino. Oriali? Lui è un vero interista. Questo basta e avanza”.

ERIKSEN

“Christian ha una qualità incredibile. Credo che si integri da Dio con Brozovic e con il mio idolo Barella. Ma tutti torneranno utili da qui a maggio”.

LUKAKU-IBRA

“Ibra fa sempre paura. In fondo, lui è Dio… Comunque sono problemi loro, ho il mio pensiero ma è meglio se lo tengo per me. Posso solo dire che Romelu è un gigante buono”. 

DERBY

“Strascichi? Spero di no. Ma sicuramente nessuno dei due si tirerà indietro. Ed è giusto così. La vittoria sulla Lazio… Al di là della retorica, lo scudetto dipende soltanto dall’Inter. Sarà una partita tirata, che si deciderà sulle ripartenze. Spero che vinca l’Inter. Chi vince lo scudetto? E me lo chiede anche…?”, conclude Materazzi.

Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Sconcerti: “Mi tolgo il cappello davanti a Conte. Vi spiego perché”