Mauro Bellugi, parte l’operazione da Grande Inter: Moratti in prima fila

0
3308
facchetti-moratti-inter-dona-un-milione-di-euro-lombardia-coronavirus-bellugi

Molti di noi hanno letto la brutta notizia uscita prima di Natale che riguarda l’ex difensore centrale dell’Inter degli anni ’70, Mauro Bellugi. Infatti, l’ex calciatore da tempo aveva preso il Covid che ha costretto Piero Rimoldi, chirurgo vascolare all’Ospedale Niguarda di Milano, ad amputargli entrambe le gambe. Ma il grande Bellugi non ha mollato ed ha subito reagito, con una forza straordinaria, quella forza che lo aveva sempre contraddistinto anche in campo da calcio.

Dopo la brutta notizia, quasi tutti gli amici e i parenti si sono mobilitati per dare una mano al povero Mauro. Con in prima linea l’Inter, ma soprattutto il grande Massimo Moratti. Ebbene sì, quel Massimone Moratti, che non dubitò un istante e manda Nwankwo Kanu in America per un intervento al cuore. Insomma, lo curano. Tutto a spese del Presidente. E così Kanu tornò a giocare. La stessa cosa sta facendo oggi: mettendo, insieme all’Inter, una macchina della solidarietà per alleggerire le difficoltà psicologiche ed economiche che la famiglia insieme a Mauro affronteranno in futuro.

Oltre alla protesi che gli regalerà (confermato da Bellugi stesso), Moratti metterà a disposizione altri soldi per la riabilitazione dell’ex difensore una volta uscito dall’ospedale. L’Inter, tramite l’amministratore delegato Beppe Marotta (‘nessuno gli è stato più vicino di lui’, parole di Bellugi.) gli ha offerto un ruolo nello staff nerazzurro, dedicandosi ai rapporti con gli Inter Club. Insomma, gesti che hanno a che fare con l’anima nerazzurra, con la sua storia, con l’umanità che contraddistingue la Beneamata. Perché nella vita – e magari nel calcio, ma in secondo, anche terzo o quarto, piano – non conta vincere o perdere, ma essere al proprio posto, fare la scelta giusta. Essere Uomini. Essere umani.

Amala e forza Mauro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Ernesto Pellegrini, il cuore d’oro che aiuta chi ne ha più bisogno