McKennie e la festa serale a casa con Arthur e Dybala: norme anti-Covid violate. Intervenuti i Carabinieri

0
77
mckennie-dybala-arthur

Intorno alle 23.30 di ieri mercoledì 31 marzo i carabinieri si sono presentati presso la villa di Weston McKennie, probabilmente su segnalazione arrivata da alcuni vicini. Riporta la Gazzetta dello Sport. Le forze dell’ordine hanno potuto constatare, secondo la ricostruzione del quotidiano, la presenza di una festa all’interno dell’abitazione del centrocampista della Juve. In un primo momento però nessuno ha risposto al citofono, con i militari che hanno dovuto insistere.

“Prima che potesse concretizzarsi anche una denuncia per resistenza – si legge -, dopo un po’ di tempo è stato consentito l’ingresso ai carabinieri. Questi ultimi si sono ritrovati a fare i conti con una vera e propria festa, alla presenza del padrone di casa McKennie e di due altri giocatori dei bianconeri, ovvero Paulo Dybala e Arthur Melo. In totale presenti meno di 20 persone nella villa per il party. I militari del nucleo radiomobile non hanno potuto fare altro che segnalare i partecipanti ,con 10 multe per violazione delle norme anti-Covid”.

Gazzetta dello Sport

Dunque, pessima figura per i 3 calciatori, per una situazione destinata a far discutere. La violazione dei provvedimenti anti-Covid, con il divieto di festeggiamenti e assembramenti, spingerà anche la società bianconera a prendere provvedimenti con una multa (salata?), oltre alle multe comminate dalle forze dell’ordine.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Mauro: “Pirlo? Mica doveva lottare per lo scudetto. Lo vedo benissimo”