Mercato – Ansia per Asa: c’è Marcos Alonso, può arrivare già a gennaio

0
604
marcos-alonso-inter-gennaio
L’Inter continua a sondare il mercato, anche perché gennaio oramai è dietro l’angolo. Kwadwo Asamoah continua a essere tormentato dal ginocchio sinistro e col Barça potrebbe andare in panca giusto per onor di firma. Questo preoccupa e non poco la dirigenza nerazzurra. Ecco perché – scrive oggi la Gazzetta dello Sport -, alla voce futuro i nerazzurri pensano di aggiungere una pedina importante anche a sinistra, là dove l’assenza prolungata del ghanese si sta facendo sentire e dove non si può pensare di puntare soltanto su Cristiano Biraghi. Il nome finito nelle ultime ore nella lista della spesa è
quello di Marcos Alonso, 28enne madrileno del Chelsea che spera di cambiare aria al più presto, ovvero, a gennaio.

RECUPERO DIFFICILE DI ASA – I problemi di Asamoah alla cartilagine del ginocchio sinistro non sono scomparsi: il 30enne ghanese – scrive la rosea -, ha saltato 6 partite di fila tra novembre e inizio dicembre ed è tornato da interno contro la Roma, giocando 18 minuti in cui non si è praticamente mai visto. Ciò che preoccupa di più è che la cartilagine del ginocchio perseguita Kwadwo da tanto tempo: è finito sotto i ferri nel 2014 a Barcellona, è rimasto a lungo fermo e ora il problema è tornato. Sulla sinistra ha preso il suo posto Cristiano Biraghi (tranne che contro la Spal, contro cui ha giocato Lazaro titolare): al di là dei fischi di una parte di San Siro piovuti sulla testa dell’ex Fiorentina, l’Inter da quella parte non vuole trovarsi con la coperta corta.

IL RITORNO DI MARCOS ALONSO – L’idea Marco Alonso stuzzica Marotta e Conte, che cercano un giocatore in grado di dare grande spinta sulla fascia. E lo spagnolo potrebbe davvero essere l’uomo giusto al posto giusto. Al Chelsea è finito molto indietro nelle rotazioni di Frank Lampard, che gli preferisce Emerson e Azpilicueta: finora ha giocato 11 partite di Premier e Champions e nelle ultime 6 non è stato nemmeno convocato. Il fatto che il Chelsea a gennaio potrà tornare a fare mercato può aprire scenari inaspettati:  comprando, infatti, gli inglesi possono anche permettersi di lasciare andare qualcuno. E Alonso è in prima fila per salutare Londra, dove è arrivato nel
2016 direttamente dalla Fiorentina (pagato 27 milioni di euro) e ha un contratto rinnovato un anno fa sino al 2023. Dalla sua c’è che la Serie A la conosce bene (58 presenze e 4 gol il suo bilancio), così come conosce bene
Antonio Conte, l’allenatore che l’ha voluto a tutti i costi a Stamford Bridge e con il quale ha condiviso due stagioni inglesi. Un anno fa, quando il tecnico dell’Inter di oggi era ancora senza squadra e in panchina al Chelsea c’era Sarri, Marcos parlò di Antonio e disse: «Ha dimostrato di essere un grande allenatore, un vincente. Può far bene ovunque e sono sicuro che troverà presto una squadra». Aveva ragione. E adesso le strade dei due potrebbero incrociarsi di nuovo. Conclude la Gazzetta.

Gazzetta dello Sport