Milan-Inter 1-1: super prestazione di Calhanoglu, rimpianto rigore

0
32
calhanoglu-gol-derby-inter-milan
LaPresse

È stato un derby elettrico, pieno di emozioni. MilanInter si è accesa dopo pochissimi minuti, con l’errore di Franck Kessie che è costato un calcio di rigore ai padroni di casa: a trasformare dal dischetto ci ha pensato il trequartista nerazzurro Hakan Calhanoglu, ex col dente avvelenato. Sono bastati 6′ ai rossoneri per ritrovare la parità, grazie all’autogol di Stefan De Vrij. Il piatto forte, però, è servito solamente al 27′: calcio di rigore assegnato ai nerazzurri per un fallo su Matteo Darmian, con Tatarusanu che si supera e nega la gioia del gol a Lautaro Martinez. L’argentino non è riuscito ad incidere sulla gara, mentre Edin Dzeko ha fatto una bella prestazione. L’uscita del bosniaco ha abbassato il ritmo dell’Inter. Prenderà il posto suo un Correa invisibile. Anche Sanchez poca roba. Insomma, chi è entrato in campo non ha inciso nulla. Grande prestazione di Calhanoglu e Perisic.

IL TABELLINO 

Milan-Inter 1-1

Calhanoglu, De Vrij (aut)

MILAN (4-2-3-1): 1 Tatarusanu; 2 Calabria, 24 Kjaer, 23 Tomori, 5 Ballo-Touré (20 Kalulu 46′); 8 Tonali (4 Bennacer 72′), 79 Kessie; 10 Diaz (56 Saelemaekers 59′), 33 Krunic (41 Bakayoko 84′), 17 Leao (12 Rebic 59′); 11 Ibrahimovic.
A disposizione: 83 Mirante, 9 Giroud, 14 Conti, 25 Florenzi, 27 Maldini, 46 Gabbia, 64 Pellegri.
Allenatore: Stefano Pioli.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni (32 Dimarco 84′); 36 Darmian (2 Dumfries 76′), 23 Barella (22 Vidal 68′), 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko (19 Correa 76′), 10 Lautaro (7 Sanchez 84′).
A disposizione: 97 Radu, 5 Gagliardini, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 33 D’Ambrosio.
Allenatore: Simone Inzaghi.

Marcatori: 11′ Calhanoglu su rig. (I), 17′ autogol De Vrij (I)
Ammoniti: Ballo-Touré (M)
Note: al 27′ Tatarusano (M) para il rigore a Lautaro (I)
Recupero: 1′ – 3′.

Arbitro: Doveri.
Assistenti: Passeri, Costanzo.
Quarto Uomo: Pezzuto.
VAR: Irrati.
Assistente VAR: Vivenzi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Tonali: “Non chiederò la maglia a Barella ma bensì a Ibra”