Home Interviste Moratti: “Con Zhang siamo in buone mani. Non ricompro l’Inter”

Moratti: “Con Zhang siamo in buone mani. Non ricompro l’Inter”

2076
0
moratti-inter-mourinho

Ospite negli studi di Che tempo che fa, trasmissione di Fabio Fazio in onda su Rai 2, l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti ha rilasciato una lunga intervista. Ecco le sue parole: “Steven Zhang è molto gentile – ha spiegato Moratti – e tutte le volte che mi incontra mi dice che mi vuole rendere orgoglioso. E’ molto intelligente e sensibile e hanno anche molto possibilità. Siamo in mani buone”.

RICOMPRARE L’INTER“No. Ho vicino persone che dicono dovrei ricomprarla perché pensano mi possano far certamente piacere. Mi farebbe piacere sicuramente avere la stessa età di allora e fare lo stesso tipo di avventura ma è chiuso un capitolo molto bello. La cosa è passata nelle mani di gente che guarda al futuro in maniera giusta”. 

L’AMORE PER L’INTER… GRAZIE ALLA MAMMA MORATTI“Sì, mio padre era a Roma e vide una partita della Lazio contro l’Inter. Fu così che diventò interista”.

LA PRIMA PARTITA“Un derby che finì 5-4 per noi. E’ la più importante partita che ho visto da bambino, quindi è la prima che ricordo. Ma forse papà mi aveva portato a San Siro anche prima”.

MILLY MORATTI“Se ha appreso dalla tv il suo acquisto dell’Inter? E’ abbastanza vero. Mi era sfuggito (ride). Diciamo che ne avevo parlato con i miei figli e tutti noi avevamo un po’ di timore di dirlo a mia moglie. Poi avvenne l’acquisto. Ero in ufficio, ho ricevuto la telefonata di Milly ed ho fatto chiudere gli ascensori dell’ufficio per un bel po’… (ride)”.

MOURINHO“Vera, anche questa. José entra tutto nascosto in casa perché non vuole farsi vedere. Siamo in una stanzetta e sentiamo bussare. Poi, accade quel che si sa. Il suo addio? L’avevamo capito. Per me ha fatto abbastanza malino a dirlo quella sera lì, ma la sera dopo era a casa mia a Milano, comunque. Diciamo che sarei potuto intervenire quella sera, ma non volevo rovinare nulla. La storia stava andando così, l’importante era vincere tutto ed era già fatto”.

IL DERBY PIU’ BELLO“Il primo: abbiamo vinto 3-1 contro un Milan dieci volte più forte di noi. Loro hanno sbagliato tantissimi gol, noi ne abbiamo messi dentro tre”.

LO SCUDETTO“Prima di tutto bisogna vedere se il campionato va avanti… Il rinvio di queste partite è impressionante, ma mi sembra adeguatissimo. L’Inter ha buone possibilità, mi sembra possa essere l’anno giusto per vincere il campionato. Conte è molto bravo. Mi sembra un bravissimo allenatore, ci tiene a far bene. Se vado più a San Siro? Sempre, quando mi è possibile”, conclude Moratti.

Che tempo che fa