Napoli-Inter 1-1: il siluro di Dzeko corregge De Vrij

0
81
dzeko-lautaro-inter-champions
Foto ANSA

Finisce in parità al Maradona tra Inter e Napoli. Totale equilibrio nel match scudetto: un tempo vinto a testa con Edin Dzeko che, nella seconda frazione, risponde con un siluro al vantaggio di Insigne siglato nella prima parte sul rigore. Alla fine un punto per parte e classifica invariata.

Una partita di grande livello e dalla posta in palio molto alta. Fin da subito le due squadre si sfidano a viso aperto, con il Napoli però più convinto e volenteroso. Al settimo minuto per la precisione, arriva il primo episodio chiave: Osimhen anticipa furbescamente un poco preciso Stefan De Vrij. L’olandese colpisce in modo incompressibile il centravanti del Napoli e, dopo la revisione del Var, arriva il calcio di rigore. L’Inter prova a reagire in maniera timida, soprattutto con Lautaro Martinez e Denzel Dumfries, nettamente i migliori in campo nel primo tempo nerazzurro.

Nella seconda frazione il copione cambia, soprattutto nei primi minuti. L’Inter rientrerà sul terreno di gioco più aggressiva e desiderosa di agguantare il pareggio, e ci riesce. I nerazzurri infatti ristabiliscono l’equilibrio immediatamente: crossa di Lautaro, intervento goffo di Di Lorenzo e gol di Dzeko, implacabile con un siluro sotto la traversa che si infila alle spalle di Ospina.

L’Inter prende campo e mette sotto torchio un Napoli che si difende: grazie ad un salvataggio miracoloso di Koulibaly, Dumfries non segna l’1-2 e il match si assesta su ritmi tranquilli. Il match scorre su ritmi tranquilli con due squadre che si temono e si rispettano. Hanno paura di subire gol e ciò emerge, soprattutto nel finale dove si passa più tempo a terra che a cercare di giocare e sbloccarla.

IL TABELLINO

NAPOLI-INTER 1-1
MARCATORI: 
7′ Insigne (N, rig.), 47′ Dzeko (I)

NAPOLI: 25 Ospina; 22 Di Lorenzo, 26 Koulibaly, 13 Rrahmani, 6 Mario Rui; 68 Lobotka, 8 Fabian Ruiz (74′ 99 Anguissa); 21 Politano (26′ 7 Elmas), 20 Zielinski (84′ 5 Juan Jesus), 24 Insigne (84′ 33 Ounas); 9 Osimhen (84′ 14 Mertens).

In panchina: 1 Meret, 12 Marfella, 2 Malcuit, 4 Demme, 31 Ghoulam, 37 Petagna, 59 Zanoli.

Allenatore: Luciano Spalletti.

INTER: 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6  De Vrij, 32 Dimarco (90′ 33 D’Ambrosio); 2 Dumfries, 23 Barella, 77 Brozovic, 20 Calhanoglu (83′ 22 Vidal), 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro Martinez (83′ 7 Sanchez).

In panchina: 21 Cordaz, 97 Radu, 5 Gagliardini, 11 Kolarov, 13 Ranocchia, 36 Darmian, 47 Carboni, 88 Caicedo.

Allenatore: Simone Inzaghi, in panchina Massimiliano Farris.

Arbitro: Doveri. Assistenti: Costanzo – Bindoni. Quarto Uomo: Cosso. VAR: Di Paolo. Assistente VAR: Valeriani.

Note
Ammoniti:
 Insigne (N), Brozovic (I)
Corner: 4-2
Recupero: 1°T 2′, 2°T 5′.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Damiani duro: “Handanovic poco sportivo, la bravura di Radu gli fa paura. Onana? Non è un fenomeno”