Home Notizie Pagelle Inter-Milan – Kolarov nullo, Lukaku combatte. Conte, ma sul serio?

Pagelle Inter-Milan – Kolarov nullo, Lukaku combatte. Conte, ma sul serio?

1734
0
conte-all-inter-valorizza-giocatori-come-gagliardini-candreva-brescia

Inter-Milan 1-2: le pagelle dei nerazzurri.

HANDANOVIC 6 – Respinge il rigore di Ibra (supera il record di Pagliuca per numero di rigori parati in A) ma non può nulla sul tap-in dello svedese. Incolpevole anche sul raddoppio dello stesso centravanti. Dopo il 16′ rimane praticamente inoperoso.

D’AMBROSIO 5 – E’ un giocatore impresentabile come centrale, si fa saltare da tutti. Differenza di passo evidente con Leao, come si vede nell’occasione del secondo gol rossonero e non solo. Questa volta non c’è il gol-jolly a salvarlo come accaduto contro la Fiorentina.

DE VRIJ 6 – In sua presenza, Ibrahimovic combina poco o nulla. Lo svedese punisce l’Inter due volte, appunto, quando l’olandese non è nei paraggi.

KOLAROV 3 – Chiunque capisca un po’ di calcio vedrebbe che il giocatore serbo nella difesa a 3 è qualcosa di osceno, e lo si sapeva già, bastava guardare gli ultimi 3 mesi della Roma la scorsa stagione. Tackle senza senso su Ibrahimovic in area di rigore che condiziona il corso della sfida. Insomma, nullo assoluto.

HAKIMI 6 – Vince il duello tra velocisti con Theo Hernandez. Taglia alle spalle di Kessié e incorna l’assist di Vidal, ma il pallone finisce a lato di un niente. Dopo si divora letteralmente il due a due vanificando un inserimento a fari spenti sul secondo palo. Errore grave.

VIDAL 6 – Gioca con esperienza e senso della posizione. Lui e Kessié si annullano. Serve un bellissimo assist ad Hakimi, ma il compagno spreca. Si sbatte in una serie di recuperi nel deserto del centrocampo nerazzurro. E’ un vero guerriero.

BROZOVIC 5 – Impatto pessimo, svogliato come ai tempi peggiori. Poca regia, parecchia corsa ma non sempre logica. Spende un fallo per fermare la cavalcata di Theo che gli costa un giallo prima di lasciare il campo.

BARELLA 6,5 – Arriva alla conclusione dopo uno scambio preciso e rapido con Lukaku, ma il tiro finisce tra i guantoni di Donnarumma. Si danna l’anima, corre per tre, non vuole perdere. D’acciaio quando continua a giocare dopo un contrasto ruvido con Calabria in cui gli si gira il ginocchio. Perde una palla sanguinosa al 72′ che, per sua fortuna Krunic, spedisce al terzo anello.

PERISIC 5 – Nel primo tempo riesce a sfondare una sola volta su Calabria e lo fa per servire l’assist a Lukaku. Per il resto zero.

LUKAKU 6,5 – Raccoglie l’assist di Perisic e riapre il derby dopo l’uno-due rossonero. Sulla sua testa anche il pallone per il possibile pareggio, ma il pallone finisce di poco a lato. Offre sostegno all’intera squadra, finisce il match sfiancato. Un po’ troppo altruismo, come quando rifiuta la battuta a rete per favorire un compagno che non c’è. Al tramonto di match ha addirittura due situazioni per pareggiare.

LAUTARO 5,5 – Fa ammattire Kjaer per tutto il primo tempo, lo salta praticamente al primo tocco. Trova la conclusione in diverse occasioni ma Donnarumma è attento. Sparisce per l’intero secondo tempo e riappare nel recupero, quando serve a Lukaku un assist per il potenziale pareggio.

CONTE 4,5 – Tradito ancora una volta da Kolarov, che lui stesso ha voluto con grande energia. Perde il derby e battezza un avvio di campionato tutt’altro che esaltante. Convinto di scelte molto discutibili. Ha gli uomini giusti per cambiare modulo ma non lo fa. Preferisce difensori adattati piuttosto che la difesa a quattro. Così facendo non avrà vita lunga.

Inter-Milan 1-2: le pagelle dei subentrati.

ERIKSEN 5,5 – Pessima attitudine. Entra come in una qualsiasi amichevole. Ma è un derby, con i suoi sotto di un gol. La sua parentesi in campo è fatta di un inusuale recupero su Ibra in difesa e un fallo sempre nella propria metà campo.

SANCHEZ SV

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Inter-Milan 1-2: Lukaku non basta e il VAR non conta più