Pagliuca denuncia: “Nel 98 vidi cose strane, ci rubarono lo Scudetto”

0
23
pagliuca-inter-non-vendere-lautaro

Gianluca Pagliuca ha parlato al sito della Gazzetta dello Sport tornando sulla stagione 1997/1998 e sul famoso Scudetto poi vinto dalla Juve contro la sua Inter:

“Ci rubarono lo Scudetto, tra virgolette. Fa molto male. Con la tecnologia (l’attuale Var, ndr) avrei uno scudetto in più nel mio palmares. Vincemmo la Coppa Uefa, è stato un anno fantastico che poteva essere storico. Non è avvenuto — aggiunge nella chiacchierata con la rosea — ma non per colpa nostra”.

Mauro: “Pirlo? Mica doveva lottare per lo scudetto. Lo vedo benissimo”

Pagliuca parla direttamente di due episodi: “Ricordo in Empoli-Juve un colpo di testa con Peruzzi che tirò fuori il pallone dalla porta quando era già dentro”, l’ex portiere si riferisce a una partita vinta dai bianconeri 1-0, con il gol del pareggio di Bianconi appunto non convalidato dall’arbitro Rodomonti. Poi l’ex Inter fa riferimento a uno Juventus-Udinese (finito 4-1) nel quale il direttore di gara, Cesari, sull’1-1 non si accorse che il tiro di Bierhoff era entrato in porta prima dell’intervento di Ferrara. “Situazioni veramente molto molto molto strane – continua l’ex portiere – parliamo di rigori clamorosi non dati”, ed è facile pensare che si riferisca al famoso contatto Ronaldo-Iuliano: il Fenomeno atterrato in area dal difensore della Juve, ma l’arbitro Ceccarini non concede il rigore. E nel capovolgimento di fronte, con i giocatori dell’Inter furiosi, per uno scontro tra Taribo West e Del Piero concede invece un penalty subito ai bianconeri (che Del Piero si farà parare proprio da Pagliuca).

Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lichtsteiner rosica: “L’Inter per vincere doveva comprare gli juventini”