Perisic: “Di nuovo attaccante? A me interessa solo giocare e vincere”

0
46
perisic-inter

Ivan Perisic ancora una volta è stato il migliore dei suoi e ha asfaltato anche il Verona con una prestazione impressionante per continuità e lucidità. Il croato ha fornito entrambi gli assist a Barella e Dzeko. La doppietta non gli riusciva dal derby vinto per 3-0 contro il Milan, il 21 febbraio 2021. Con questi due passaggi vincenti tra l’altro Ivan il Terribile è salito a quota 34 in Serie A. Prima di sbloccarla con un gran cross per Barella, il giocatore croato era andato vicino al gol con un destro su cui Montipò aveva compiuto un mezzo miracolo. La fascia sinistra è stata asfaltata come al solito in questa stagione di grazia in cui Perisic mantiene una condizione fisica clamorosa. Alla faccia dei 33 anni, il suo è uno dei ruoli più dispendiosi, dovendo fare il terzino in fase di non possesso e l’attaccante quando l’Inter spinge.

A fine gara – dopo avere fatto alla grande anche l’attaccante con l’ingresso di Gosens – ha voluto ringraziare i 61mila tifosi di San Siro: “A febbraio e marzo non abbiamo fatto bene e i risultati non sono stati positivi. Ma non è finita, noi siamo lì. Con questo pubblico è più facile, i due anni senza di loro non sono stati semplici. Dobbiamo continuare così, ci sono tante squadre in corsa per lo scudetto, ma se lottiamo e corriamo così non abbiamo paura di nulla. Di nuovo attaccante? Posso fare anche il terzo di difesa. Ho cambiato tante posizioni in carriera, a me interessa solo giocare e vincere”.