Pjanic: “Rafinha? Mi piacerebbe che si ricordasse la nostra grande rimonta e non Orsato”

0
43
gavillucci-inter-juve-orsato-rafinha-pjanic-niente-giallo-tonelli

Miralem Pjanic è stato intervistato dai microfoni de La Gazzetta dello Sport. L’ex giocatore juventino ha parlato anche di Inter-Juve con protagonista assoluto l’arbitro Daniele Orsato. Queste le sue parole:

“L’Italia mi manca, sinceramente. Io tornerei molto volentieri. Per farvi capire, l’eliminazione dell’Italia dal Mondiale mi ha colpito, come se fossi italiano anche io. Allegri? Mi sembra la persona più giusta per la Juve e i risultati dicono che l’ha risistemata. Nessuno invece dice che sotto pressione è il più bravo. Tipo Inter-Juve 2-3 nel 2018. Venivamo dalla sconfitta col Napoli e si capiva che stavamo rischiando tanto. Allegri ha fatto un grande discorso, con tanta calma, ci ha rimesso a lavorare e noi abbiamo trasformato quella calma in forza. Rafinha? Mi viene da dire basta, parliamo d’altro. In quell’azione, io sono saltato così, non volevo di sicuro fare male. Certo, so che potevo prendere il secondo giallo, ma secondo me la prima ammonizione era stata sbagliata. Anni dopo, mi piacerebbe che si ricordasse la nostra grande rimonta, non una decisione di Orsato”.

DYBALA

“Ho scritto subito a Paulo quando l’ho saputo, perché per me è un amico, mi è sempre piaciuto giocare con lui. Gli ho scritto che è un grande campione e lui ha risposto “grazie, fratello, ti voglio bene”. Credo di capire come si senta, lui non si è mai tirato indietro anche se stava male, non ha mai scelto di non giocare per salvaguardare se stesso. Però capisco anche la società, che è stata molto chiara. Credo abbia scelto un progetto diverso, con calciatori più adatti a quell’idea”, ha concluso Pjanic.

La Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Marelli: “Più polemiche con la Juve al posto dell’Inter contro il…”