Preziosi attacca: “Cedere l’Inter ai cinesi non ha giovato niente all’Italia”

0
38
preziosi-sottoriva-covisoc-suning-inter-zhang-pirelli-main-sponsor-premier-league

Enrico Preziosi lancia una frecciata alle proprietà cinesi nel calcio italiano. Al Corriere della Sera, il patron del Genoa ha raccontato la sua posizione sugli investitori asiatici, e sulle difficoltà che potrebbero scaturire per i club che passano nelle loro mani.

“Cedere club come l’Inter a investitori cinesi non ha giovato nulla all’Italia. Quando le nostre squadre hanno bisogno di risorse, Pechino non risponde”, ha dichiarato Preziosi, portando come esempio l’acquisto del club nerazzurro da parte del gruppo Suning.

L’intervista arriva in un momento delicato del rapporto di Preziosi con la Cina: ben 5.500 container di merce sono infatti bloccati nei porti del Paese, per via dell’aumento dei prezzi delle spedizioni, passati da 10 milioni ai 60 milioni attuali.

La posta in gioco per Preziosi è elevatissima: in ballo c’è la campagna di vendite dei giocattoli per il Natale, che inizierà già in questi caldi giorni estivi. L’azienda ha un piano di investimenti per 25 milioni per inaugurare in Italia 40 nuovi negozi, con l’obiettivo di raggiungere i 450 in tutta la Penisola, dove la Giochi Preziosi ha tra l’altro acquistato la Trudi.

Corriere della Sera

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Interspac, Cottarelli: “Nei primi due giorni 55mila risposte. Da Suning reazione non negativa”