Quando Gasperini attaccava l’Inter: “Ha vinto solo grazie a calciopoli”

0
41
gasperini-triste-coppa-italia-gomez

Parlava così, all’epoca allenatore del Genoa, Gian Piero Gasperini ai microfoni della Repubblica della sua ex squadra, ovvero, l’Inter. Queste le parole:

“L’Inter? Presidente, critica e tifosi mi hanno subito bocciato per il mio modo di fare calcio, mi consideravano un irresponsabile perché giocavo con la difesa a tre. Ma dopo Mourinho c’era bisogno di voltare pagina e cambiare anche il modulo tattico mi sembrava il modo migliore. Adesso infatti l’Inter di Mazzarri gioca con tre difensori. Per carità, l’Inter è una buona squadra, l’ho vista tener testa alla Juventus. Adesso si è inceppato qualcosa, ma c’è da dire che le prime marciano a ritmi stratosferici. All’Inter non è mai esistito, a differenza del Milan, il concetto di gioco di squadra. Ci sono stati tanti fuoriclasse, a cominciare da Ronaldo, e si è sempre puntato sulla grande individualità. Su questo aspetto aveva fallito anche Lippi”.

Gasperini continua: “Mourinho ha vinto tutto perché, grazie ad una considerazione che si era conquistato sul campo, ha potuto dettare la linea da seguire. Io non sono riuscito a convincere la dirigenza a prendere Palacio e ad evitare la partenza di Thiago Motta. Lui è riuscito a far cedere Ibrahimovic e con la sua cessione ha costruito una nuova squadra prendendo Eto’o, Milito, Thiago Motta, Sneijder e Lucio. Mancini? E’ riuscito a vincere grazie a Calciopoli che ha eliminato la Juventus, senza l’Inter avrebbe continuato a non vincere. Dopo Mourinho, infatti, sono ritornati alle origini. Un allenatore come Benitez meritava maggiore credibilità e sostegno; a me, poi, hanno dato solamente due mesi”.
La Repubblica

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: