Quote Inter, Interspac in azione. Moratti: “Ascolterò loro molto volentieri”

0
918
interspac-inter-cottarelli

Rispunta l’ipotesi cordata di tifosi per l’acquisizione delle quote di minoranza del club nerazzurro. Interspac c’è. Ecco cosa scrive la Repubblica: “Le trattative per la cessione del club hanno riacceso le braci del progetto Interspac, società costituita nel 2016 da un gruppo di interisti guidati da Carlo Cottarelli, ex commissario per la spending review. Con lui, 15 soci di comprovata fede nerazzurra. L’obiettivo iniziale di Interspac, dopo l’annunciata uscita di scena di Thohir, era raccogliere quote fra i tifosi per affiancare come soci di minoranza gli Zhang. Non se ne fece nulla. Oggi, mentre il fondo BC Partners spulcia i conti per decidere se e quanto investire, i telefoni sono tornati a suonare. Risultato: fra una settimana, massimo dieci giorni, il cda di Interspac si riunirà di nuovo. Cottarelli, interpellato, si cela dietro un britannico e laconico “no comment”.

Roberto Zaccaria, professore universitario ed ex presidente Rai, dice qualcosa in più: “Il tempo stringe e non abbiamo l’illusione di trovare soldi a sufficienza per rilevare il club. Vogliamo fare la nostra parte, avviando un progetto di fund raising per aiutare l’Inter a continuare a essere grande. Coinvolgeremo interisti celebri, da Valentino Rossi all’architetto Stefano Boeri, da Roberto Vecchioni a Paolo Bonolis, fino a Fabio Fognini e Fiorello. Poi apriremo una sottoscrizione ampia fra i tifosi, come succede al Real Madrid o al Bayern Monaco. Ovviamente, saremmo felicissimi se con noi ci fossero Marco Tronchetti Provera e Massimo Moratti”. Il presidente nerazzurro del Triplete non si tira indietro: “Mi sembra un’operazione complicata ma romantica. Sono interista, quindi molto volentieri ascolterò quello che Interspac avrà da dirmi”, ha detto Moratti.

la Repubblica

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Milan-Toro Serie A, Rizzoli: “Il rigore non c’era, intervento VAR errato”