Ritorna la Super League, l’Inter unico club svincolato dal contratto: il motivo

0
80
inter-superlega-super-league-uefa

Nella giornata odierna il presidente della Juve, Andrea Angelli, è tornato a parlare della Super League, progetto in cui è coinvolta anche l‘Inter. Il presidente bianconero ha dichiarato che 11 squadre sulle 12 inizialmente coinvolte, sarebbero ancora vincolate al progetto. Secondo quanto svelato dal quotidiano spagnolo Tiempo de Juego, la squadra che non è più legata alla Super League alla quale alludeva nel suo discorso l’ex presidente dell’ECA è proprio l’Inter:

“Unico club che godeva di clausola rescissoria nel caso in cui i suoi sponsor non avessero approvato la proposta”, come si legge in un post su Twitter.

Il resto dei club – spiega il quotidiano AS -, continuano ad essere legati al progetto, non solo i tre che sono sempre rimasti pubblicamente sulla barca: Real Madrid, Barcellona e Juventus. Gli altri otto, già privi dell’Inter, hanno firmato contratti vincolanti che li tengono in Super League, nonostante si siano dissociati tramite comunicazioni nelle ore successive al mancato annuncio del torneo di pochi mesi fa.

Nel frattempo, i responsabili della Super League continuano nonostante stiano vivendo una giornata difficile a causa di quanto accaduto al forum del Financial Times a Londra. Le critiche a Ceferin e Tebas sono considerate di cattivo gusto e persino offensive poiché mettono in mezzo la guerra tra Russia e Ucraina al centro della loro discussione. Le parole di Agnelli riflettono che il progetto sta andando avanti. Ci sarà un cambio di formato, che sarà annunciato a tempo debito, e soprattutto si attende la sentenza del Tribunale del Lussemburgo, che consentirà loro di vincere la causa contro la UEFA che è attualmente in corso in tribunale.