Sabatini: “L’Inter un rimpianto, Zhang Jindong non è umano. Inzaghi? Rompicog**oni”

0
76
sabatini-inter-zhang

Walter Sabatini ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Il direttore della Salernitana è tornato anche sul suo periodo in nerazzurro. Queste le sue parole:

“L’Inter? Un sogno averla accarezzata. Ho sbagliato la porta d’ingresso, però. Ho accettato una richiesta interna di rimanere fuori dall’organigramma. Non avrei mai dovuto farlo. Non si va all’Inter da fantasma, all’Inter si grattano i gomiti a tavola e si fanno le cose con fermezza. È un rammarico profondo, non mi sono messo in condizione di fare il massimo: andando via da Roma, non c’era altra società che avrebbe potuto emozionarmi. Il momento no? A me sembra una flessione fisiologica. Mi fido molto poco, mi aspetto un’Inter aggressiva”.

ZHANG

“Non è un umano. È un semidio. Ricordo cene opulente nella sua residenza, io, Zhang e Capello. Una volta io e Fabio eravamo a tavola con Lippi. Jindong scese dai piani alti per salutare Marcello, una divinità in terra. Nessuno lo vedeva mai, era un figura mitologica”.

INZAGHI

“Un rompicog**oni mai visto. Aveva una grande capacità di letture delle cose: le dettava agli altri, lui spesso non riusciva a metterle in pratica. Una radiolina accesa: mi venne il sospetto potesse diventare allenatore”.

BASTONI

“Su Bastoni ho molta responsabilità. Ho fortemente caldeggiato l’operazione”.

SCAMACCA E FRATTESI

“La fuga di Scamacca mi spiazzò, rimasi addolorato, ho fatto di tutto perché restasse. Gli avevo promesso di portarlo subito in prima squadra, l’avrei fatto. Frattesi? Lo convocai che era ancora negli Allievi. Gli dissi: “Se non arrivi a fare carriera in Serie A, vengo a cercarti, a picchiarti”. Ricky Massara mi faceva una testa così, per lui e per Antonucci. Frattesi è il prototipo del centrocampista moderno: se io fossi all’Inter, lo prenderei subito. Ma qui a Salerno ne ho uno simile: Ederson”, ha detto Sabatini.

La Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Inzaghi: “Siamo il miglior attacco. Ci lecchiamo ancora le ferite del derby di Serie A. E c’è un record”