Sacchi: “L’Inter ha cercato di fregare un Milan che ha cercato di promuovere il calcio”

0
45
sacchi-contro-giocatori-juve

Arrigo Sacchi ha analizzato in chiave tattica il derby di Milano andato in scena ieri sera a San Siro e lo fa attraverso i microfoni de La Gazzetta dello Sport. Queste le sue parole:

“Il canovaccio è stato questo: una squadra, il Milan, ha cercato di promuovere il calcio e l’altra, l’Inter, ha cercato di fregarla. I singoli nerazzurri hanno avuto occasioni importanti, questo va ricordato, perché sul finire del primo tempo sia Barella sia Lautaro hanno sfiorato il gol. L’1-1 ci può stare, però se vogliono davvero diventare grandi, devono migliorare. Il Milan è sulla strada giusta. L’Inter sta facendo passi avanti e deve guardare di più al calcio internazionale. L’Inter? Paziente e furba. Quella nerazzurra è una squadra molto italiana. Il motto è chiaro: primo non prenderle. E poi si va via in contropiede. Ha elementi di ottima tecnica e di buone qualità fisiche, e alla lunga questi risultano decisivi. Però l’Inter dovrebbe avere più coraggio nei propri mezzi. Cosa mi ha lasciato il derby? Non proprio la bellezza assoluta, ma l’emozione. E’ già molto. E poi ho ammirato la correttezza dei giocatori. Poche proteste, tanto agonismo. In una partita così importante e così sentita non è facile vedere giocatori educati. A loro va un applauso. Se in chiave-scudetto cambia qualcosa? Non cambia nulla. Il Milan è più avanti come costruzione di squadra. L’Inter ha uomini importanti in grado di risolvere le gare. Il Napoli ha pareggiato e dunque sarà una bellissima volata”, ha concluso Sacchi.

La Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Inzaghi: “Il bicchiere? Mezzo vuoto. Problemi per Barella, Dzeko e Bastoni”