Sconcerti: “Calabria è il miglior esterno basso d’Italia. Lui ha le stesse caratteristiche di Barella”

0
41
sconcerti-ronaldo-giocatore-del-secolo-non-scherziamo

Il giornalista Mario Sconcerti ha commentato sulle colonne del Corriere della Sera l’ultimo turno di Serie A, con la festa scudetto dell’Inter, il match andato in scena ieri allo Stadium tra Juve e Milan, spendendo belle parole per il laterale rossonero Davide Calabria. Queste le sue parole:

Il Milan, con il Napoli, è la squadra con qualità collettiva migliore del campionato. L’Inter ha questa e le altre, a partire dai suoi solisti – sottolinea Sconcerti -. Ma il Milan gioca bene e gioca d’insieme. Non è una squadra perfetta, è migliorabile quasi dovunque per altri livelli, anche se personalmente vedo Calabria come il giocatore giovane più completo che ci sia, stesse caratteristiche alte e personali di Nicolò Barella, con alcuni movimenti simili. È il miglior esterno basso d’Italia, spinge e marca bene. Molti giocatori mi dicono che cercano di evitarlo in campo“.

Sconcerti aggiunge: “Ibrahimovic si porta dietro un pacchetto molto controverso. Tanta classe, ma anche la sua età, i suoi impegni extra e la sua fragilità. Forse deve rimanere al Milan, ma non esserne il punto qualificante, perché non è più in grado di farlo. Ibrahimovic ha dato molto a questo Milan, senza di lui non sarebbe mai nato. Ma quel tempo si è concluso. Ora è il Milan che serve a lui e non il contrario. Può fare il grande vecchio dello spogliatoio, può andare a caccia di una ventina di partite e una decina di gol, ma da uomo in più, non da ruolo fisso. Juve? Pirlo lo sa, ha colto la Juve al volo e non aveva forza per dettare nessuna condizione, entrando così nella Juventus più sbandata degli ultimi venti anni”, ha detto il giornalista.

Corriere della Sera

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Benevento, Vigorito durissimo: “Quando si vuole ammazzare una squadra del sud, si manda Mazzoleni”