Sponsor, l’Inter vuole crescere e si guarda intorno: la strategia nerazzurra

0
2109
Xu-Jiayin-incontra-a-milano-zhang-jindong-ricavi-inter-jiangsu-suning-festa-sole-24-ore

Marco Tronchetti Provera, ha dunque rilanciato l’ipotesi di una partnership con l’Inter che vada oltre la naturale scadenza del contratto, ovvero 2021. Ecco le sue parole:“Manterremo il nostro rapporto con l’Inter, quale e come sarà nel concreto lo vedremo”. Ma, al netto delle parole dell’ex vicepresidente nerazzurro – spiega la Gazzetta dello Sport -, è oggi difficile pensare che il rapporto futuro tra Inter e Pirelli possa tradursi ancora con le stesse modalità attuali. Tradotto: è proprio sul main sponsor che l’Inter ha individuato un settore dai grandi margini di crescita.

LA STRATEGIA NERAZZURRA – La spiegazione è ovviamente di natura economica. L’accordo con Pirelli è datato 2016, firmato da un club che né sportivamente né dal punto di vista finanziario aveva la forza attuale – scrive la rosea -. Nell’ultima stagione, grazie ai bonus raggiunti con l’ultima Champions League, l’Inter ha incassato 19,1 milioni di euro: è la cifra più alta dal rinnovo in poi. Ma è assai distante dall’incasso in Italia dalla rivale numero uno, la Juventus, che dalla Jeep riceve 42 milioni di parte fissa, bonus esclusi. E i 19,1 milioni nerazzurri tengono i nerazzurri lontanissimi dalle big d’Europa: il Real Madrid ne incassa 70, lo United 66, il Barcellona 55, Psg 50 e Chelsea 48, questa la top five. Naturale allora che il club di Zhang voglia guardarsi intorno, lo impone la crescita del fatturato. E in questo senso resistono le voci di una possibile laision con Evergrande – il cui patron Xu Jiayin è stato ospite dell’Inter a Milano a settembre in occasione del match di Champions con lo Slavia Praga -, magari attraverso un marchio di proprietà della stessa Evergrande.

Gazzetta dello Sport