Striscione e disturbi, Inter svegliata dai tifosi del Borussia. M: “Ricordati Inter, va meglio con la Coca Cola”

0
111
tifosi-borussia-svegliano-inter-alle-4-del-mattino

Due minuti e mezzo di forti botti e luci in cielo. Erano da poco passate le 4 del mattino quando i giocatori e i dirigenti dell’Inter sono stati svegliati da uno spettacolo di fuochi d’artificio, organizzato dai tifosi del Borussia Mönchengladbach allo scopo dichiarato di non fare dormire la squadra nerazzurra. Un espediente da tifo anni Ottanta e Novanta, per cui erano famigerati proprio i tifosi italiani: rumorose adunate sotto gli alberghi della squadra ospite per togliere ai calciatori il sonno, e con questo le possibilità di vittoria.

I tifosi tedeschi hanno anche lasciato uno striscione con scritto “Ricordati Inter, va meglio con la Coca Cola”. L’albergo dove alloggia la squadra si trova poco fuori dalla cittadina di Mönchengladbach. La stessa in cui nel 1971 un tifoso tirò una lattina in testa a Boninsegna, in una partita di ottavi di Coppa dei Campioni fra Borussia e Inter. Il gesto violento comportò la ripetizione del match e alla fine a qualificarsi fu l’Inter. Questa volta per sopravvivere al girone la squadra di Antonio Conte dovrà vincere sia oggi sia il 9 dicembre contro lo Shakhtar Donetsk a San Siro. E al contempo sperare che il Real batta i tedeschi. L’Inter è infatti ultima nel gruppo B con 2 soli punti, senza avere mai vinto.

Gazzetta dello Sport

DOVE VEDERE BORUSSIA MONCHENGLADBACH-INTER IN TV E STREAMING

La sfida Borussia Mönchengladbach-Inter potrà essere seguita in diretta televisiva su Sky, esattamente sui canali Sky Sport Football (numero 203 del satellite) e Sky Sport (satellite e digitale terrestre). Non ci sarà la trasmissione in chiaro su Canale 5 (LEGGI QUI). Il match si può vedereanche in diretta streaming. Sarà visibile in chiaro per gli abbonati Sky attraverso Sky Go. C’è inoltre anche la soluzione Now Tv.

Per altri approfondimenti cliccare QUI.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Conte, Mentana ironico: “Antonio e Giuseppe uguali: in primavera intoccabili, adesso li vorrebbero via”