Suning, Eder: “Avevo paura per l’Inter, ma Handanovic mi ha rassicurato”

0
42
eder-ritorno-all'inter

Raggiunto dai microfoni di Mediaset, l’italo-brasiliano Eder, ex attaccante dello Jiangsu, è tornato a parlare delle difficoltà di Suning. Ieri il giocatore ha leggermente corretto il tiro, soprattutto parlando della situazione dell’Inter, reduce da un mercato abbastanza complicato in cui ha dovuto sacrificare, per salvare il bilancio del club, due giocatori top come Romelu Lukaku e Achraf Hakimi: “La settimana scorsa ho parlato con Samir Handanovic e mi ha detto che è tutto normale, non ci sono mai stati problemi – spiega Eder -. Sono contento per loro. Ho visto che è andato via Conte, poi ho visto le cessioni. Sapevo che dovevano vendere per fare dei soldi perché erano in difficoltà. Poi vedevo che sono andati via Conte e Oriali, non volevo che succedesse a loro quel che era successo a noi. Anche se il paragone è molto difficile”, ha detto l’attaccante del San Paolo ai microfoni del programma Pressing.

CASO JIANGSU SUNING

 “Ci mandavamo messaggi con Steven Zhang, suo padre ci invitava a cena a casa sua ma a fine campionato 2020 hanno chiuso le porte del club, non hanno più risposto ai messaggi e nessuno ci ha mai spiegato il perché. Almeno potevano dirci di essere in difficoltà, che ci avrebbero pagato tra cinque o dieci anni. Ora dalla Cina mi hanno detto che stanno mettendo a posto le cose per gli stipendi dei dipendenti, loro sono più in difficoltà di noi calciatori”, conclude il giocatore.

Pressing

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Pioli: “Questo è il mio Milan più forte. Tonali e Leao forti. Vogliamo vincere tutto”