Tare: “Stop Serie A? Non decide il governo”

0
94
zarate-lotito-lazio-tare-governo-non-puo-bloccare-il-campionato

Igli Tare ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Il ds della Lazio ha parlato del momento e della possibile ripresa della Serie A: “I giocatori dobbiamo fermarli, sono 3 settimane che io e Inzaghi riceviamo le loro chiamate. Non ce la fanno più e vogliono ripartire. Ieri, dopo l’ordinanza della Regione Lazio, abbiamo fatto festa in chat. Non vedono l’ora di tornare in campo. Noi siamo stati i primi a fermarsi per la pandemia. Abbiamo rispettato tutte le regole del Governo, nessun giocatore ha lasciato Roma. Mi risulta invece, che altre squadre abbiano giocatori all’estero. Ma non spetta a me giudicare. La comunicazione? Siamo stati aggressivi perché bisogna considerare i danni importanti per il calcio in Italia. Scudetto? Mancano 12 partite, è una parola grossa. Prima dello stop siamo stati lì, ma non è detto che alla ripresa riusciremo ancora ad esserci”.

IL PIANO

“Prima della ripresa bisognerà fare i test sierologici – spiega Tare -. Prima era uscita un’ordinanza per riprendere l’attività il 6, ora si potrà fare già da domani. Forse faremo qualcosa domani, ma prima i test. Non penso di essere preoccupato per una mancata ripresa. Si è trasmessa male l’idea che la Lazio stia premendo per lo scudetto. Abbiamo tutto guadagnato sul campo, il percorso è ancora lungo e teoricamente non possiamo garantire la presenza in Europa League. Vogliamo dare un segnale forte al sistema calcistico italiano. Ho sentito che in settimana può uscire un’ordinanza per bloccare la Serie A, ma questo non è nelle loro competenze. Fifa e Uefa si sono espresse chiaramente e hanno detto che i campionati si devono finire. Possiamo anche riprendere a giugno e finire tra agosto e settembre. Il Mondiale 2022 sarà in inverno. Finire il campionato in corso servirà anche come esperienza per ripartire con quello successivo”, ha concluso il ds della Lazio.

Sky Sport