Tonali: “Non chiederò la maglia a Barella ma bensì a Ibra”

0
39
tonali-scudetto

Queste le dichiarazioni di Sandro Tonali al Corriere dello Sport parlando anche dell’interesse dei nerazzurri nei suoi confronti. Ecco le sue parole:

“Dopo il rendimento che l’Inter ha avuto la scorsa stagione, credo che nessuno lo avrebbe immaginato. Noi siamo partiti con lo stesso ritmo del 2020-21 perché siamo una squadra ben definita grazie al lavoro di Pioli: abbiamo fatto quello che dovevamo, proseguendo sulla nostra strada. I punti degli altri in questo momento non ci interessano. Il campionato è lunghissimo ed è difficile dire adesso chi è il favorito. Noi siamo partiti forte come l’anno scorso e vogliamo continuare così fino alla fine. Ciò premesso, qualsiasi giocatore del Milan crede che si possa vincere lo scudetto. Nelle prime undici giornate abbiamo dimostrato di essere una grande squadra e di poter stare lassù. Puntiamo a rimanerci”.

Sul derby: “Ibra? Lui è l’uomo chiave di tutto, non solo del derby – continua Tonali -. Quando si accende cambia il match. Tra i singoli dell’Inter chi temo di più? L’Inter è una bella squadra e lo sta dimostrando anche quest’anno. Noi però siamo il Milan e non ci fermiamo di fronte a nessuno. Se temo Nicolò Barella? Siamo stati insieme in Nazionale ed è un amico oltre che un grande giocatore. In azzurro mi ha aiutato e lo ammiro per la voglia che mette in ogni incontro. Se scambierò la maglia con lui? Io colleziono maglie del Milan, non degli avversari, e ne ho tante, soprattutto del 2007, alle quali sono legato. Magari domenica la chiederò a Ibra”.
Sull’Inter: “Se ero vicino all’Inter? Sono particolari che anche io non conosco. Mi ero staccato da tutto e non sapevo niente. Ora sono dove sognavo di essere”.

Corriere dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Correa: “Brozovic giocatore impressionante. Luiz Felipe? Non piangeva per me, ma per il rosso”