Home Notizie UFFICIALE – Manchester City abbandona la Super League

UFFICIALE – Manchester City abbandona la Super League

0
119
superlega-super-league-uefa

La Super League sta perdendo i pezzi. E c’è chi parla di una riunione prevista per le 23.30 in cui i dodici potrebbero addirittura rinunciare al progetto. Il Manchester City martedì sera è stato la prima società delle 12 ribelli ad abbandonare il progetto. Immediata e compiaciuta la reazione del presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin: “Sono entusiasta nel riavere il City nella famiglia del calcio europeo. Hanno mostrato grande intelligenza nell’ascoltare le tante voci – specie quelle dei tifosi – che sottolineavano i benefici del sistema attuale per il calcio europeo. Ci vuole coraggio per ammettere gli errori”.

Il Chelsea sarà con tutta probabilità il prossimo e, secondo la Bbc, The Athletic e altri media inglesi, ha già abbandonato il progetto: il club londinese sta preparando la documentazione necessaria per ritirare la sua adesione alla costituzione della controversa competizione su ordine del patron Roman Abramovich. Sull’onda delle prime due inglesi, anche Arsenal e United vogliono ritirarsi, mentre dalla Spagna si rincorrono analoghe voci sull’Atletico Madrid.

Il presidente del Barcellona Laporta avrebbe aggiunto una clausola importante, premessa di un possibile ritiro: entriamo solo se lo vogliono i soci. Un modo per lasciare ai membri del club catalano l’ultima parola. Tumulto anche in casa United: martedì sera si è dimesso Ed Woodward, amministratore delegato e vicepresidente esecutivo da 9 anni, uno dei principali sostenitori dell’iniziativa Super League. Il Manchester Evening News riferisce che rimarrà comunque in carica fino a dicembre. Altri dirigenti di primo piano dovrebbero seguire il suo esempio, secondo diverse fonti.

Dunque, in serata, alle 23.30, è attesa una riunione d’urgenza delle 12 squadre che hanno fatto nascere la competizione, ormai in fase di sfaldamento dopo un breve braccio di ferro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

De Grandis: “Scusa Lukaku. E’ un errore grave, sono parole inaccettabili”