Vecino non ci sta: “All’Inter sto vivendo una situazione strana, ma rispetto le scelte del tecnico”

0
39
vecino - uruguai

Intervenuto in conferenza stampa dal ritiro dell’Uruguay, il centrocampista nerazzurro, Matias Vecino, ha parlato anche dell’Inter, lanciando un chiaro messaggio al club. Ai margini del progetto di Simone Inzaghi, il giocatore rischia di veder svanire la possibilità di essere convocato per il Qatar, sempre che la Celeste raggiunga l’obiettivo qualificazione. Con Nandez nel mirino dei nerazzurri, il suo nome è entrato già dalla scorsa estate tra le possibili pedine pronte a fare il percorso inverso.

“Con la Nazionale ho sempre avuto la possibilità di giocare, ho avuto continuità – spiega il centrocampista nerazzurro –. Ed è chiaro che questo ti dà molto fiducia, permettendoti di dimostrare il tuo massimo potenziale e la tua migliore versione. Nel calcio ci sono dei momenti, passiamo per differenti situazioni. In questo caso nell’Inter, negli ultimi mesi, sto vivendo una situazione che non era quella che pensavo di poter vivere all’inizio dell’annata in base a quello di cui avevo discusso con l’allenatore e con il club. Uno però deve sempre rispettare le decisioni degli allenatori, restare concentrato, allenarsi al massimo e farsi trovare pronto quando il tecnico e la tua squadra abbiano bisogno di te. Come dicevo prima, sono momenti, a volti positivi, a volte negativi. Però è chiaro che se questi momenti si allargassero un po’ troppo, credo che dovremo parlare, sempre col massimo rispetto, per trovare una soluzione che sia buona per tutti”, ha detto Vecino.

Un’apertura, dunque, a una possibile partenza da Milano, con il Cagliari alla finestra. Con Nandez vicino alla maglia dell’Inter – pur se il Napoli di Luciano Spalletti non molla – l’inserimento di Vecino nella trattativa è una delle carte spendibili dai nerazzurri per abbassare la parte cash. Ingaggio elevato, ma contratto in scadenza il prossimo giugno sono i fattori contro e pro per la riuscita dell’affare, con un probabile contributo da parte della società nerazzurra per lo stipendio fino a fine stagione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Malgioglio: “Lo striscione della curva laziale mi fece malissimo, ma non rifarei quel gesto”