Verona-Inter, le probabili formazioni: solo un cambio per Conte

0
790
inter-vidal-lukaku-pagelle-conte

Si avvicina sempre di più la gara tra Verona-Inter – valida per la 14^ giornata di Serie A – che si giocherà mercoledì 23 dicembre alle 18:30. La squadra di Antonio Conte arriva dalla vittoria interna con lo Spezia per 2-1 che ha portato a sei i successi consecutivi degli uomini della Beneamata in campionato. I nerazzurri puntano a continuare la striscia positiva e a scavalcare il Milan in classifica per conquistare la vetta. Il Verona, a lunghi tratti la sorpresa più bella del campionato, viene dal pareggio esterno con la Fiorentina per 1-1 e ha rallentato un po’ la marcia nelle ultime gare.

Conte chiederà gli straordinari a Romelu Lukaku e Lautaro Martinez: Alexis Sanchez ancora ko, in attacco ci sarà la Lu-La. In difesa, nonostante i rientri, il tecnico potrebbe affidarsi ancora una volta al terzetto composto da Milan Skriniar, Stefan De Vrij e Alessandro Bastoni che tanta solidità ha garantito nelle ultime uscite. Dubbi a centrocampo: Arturo Vidal è rientrato e ha giocato anche una mezz’ora contro lo Spezia, il cileno dovrebbe guadagnare una maglia da titolare al posto di  Roberto Gagliardini. Scalpita anche Stefano Sensi: l’utilizzo del centrocampista è sempre ben dosato da Conte per evitare sovraccarichi, ma dopo 3 ingressi dalla panchina potrebbe essere arrivato il momento di una maglia da titolare: ballottaggio con Marcelo Brozovic, con Vidal che nel caso scalerebbe centrale a fianco a Nicolò Barella.

L’emergenza di Juric non cambia: pochi attaccanti, causa infortuni. Rispetto alla trasferta di Firenze dovrebbe però essere premiato dal primo minuto Colley. Salcedo in panchina. Due elementi a supporto dell’unica punta: Zaccagni sicuro di una maglia, l’altra se la giocano Lazovic e Ilic.

LE PROBABILI FORMAZIONI:

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Veloso, Dimarco; Lazovic, Zaccagni; Salcedo. All. Juric

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lautaro, Lukaku. All. Conte

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Ferrero punge: “Il cinese diventa giapponese se l’Inter non vince qualcosa”