Vidal, rompere per liberarsi: così Marotta potrà ottenere il prestito

0
396
vidal-inter-gennaio

Si tratta di resistere e stringere i denti adesso, perché poi potrebbe arrivare la cavalleria – scrive la Gazzetta dello Sport -. Dopo la gara di oggi e le feste, oltre al ritorno degli infortunati “pesanti” sono attesi magari dei rinforzi dal mercato. Il nome più chiacchierato è da tempo quello di Arturo Vidal. Antonio Conte, che l’ha avuto alla Juventus, reputa il cileno l’innesto più decisivo nell’immediato. Vidal considera il suo impiego e il suo ruolo nel Barcellona non soddisfacente.

SOLDI E FORMULE – La volontà dei nerazzurri è quella del prestito secco – spiega la rosea -. Il Barcellona può considerare cedibile il centrocampista solo per mettere una pezza al buco di 150 milioni di euro in ottica Financial Fair Play. La richiesta è di 20 milioni: meglio se subito, ma ai catalani andrebbe bene anche un obbligo di riscatto. In mezzo c’è un Vidal ai rapporti minimi col tecnico, ma con un buon feeling con dirigenza e ambiente. Per questo la “rottura” al momento non è ancora totale: ha dato mandato all’agente di esplorare un futuro altrove, ma non vuole ancora puntare i piedi. Arturo vorrebbe un’apertura dell’Inter a qualcosa in più di un prestito secco gratuito. Oggi il cileno è fra i convocati del Barça per la gara con l’Alaves, ma un’evoluzione della situazione potrebbe arrivare presto.

Gazzetta dello Sport