VIDEO – Giornalista della Rai gaffe con Nicolò Barella

0
36

Succede tutto in conferenza stampa, quando una giornalista chiede al centrocampista dell’Italia di raccontare le sue emozioni durante le magiche notti anni ’90. Infatti, la giornalista della Rai chiede al giocatore azzurro di quando aveva 7 anni dei mondiali ’90, ma Nicolò Barella è nato nel 1997.

LE PAROLE

Giornalista: “Ci racconti le tue notti magiche. Tu avevi soltanto sette anni nel 1990, però ci racconti le tue notti magiche qui in ritiro ma anche durante le partite”. “Mondiali ’90? Sono del ’97 io, afferma ad alta voce a un collaboratore di Mancini. Il tutto si è risolto con delle risate generali.

Barella: “Direi meno di sette anni, anzi, non ero neanche nato”. Poi continua: “Penso che le emozioni si possono vivere anche senza averle vissute ma soprattutto grazie ai video che ci sono, ma anche coi racconti. La mia prestazione? Ricevere tanti complimenti è bello, facciamo un lavoro importante per la squadra. Il fulcro di tutto è il gruppo, la forza d’intenti comune. Questo è ciò che cercheremo di portare fino alla fine della competizione e negli anni che verranno. Il centrocampo è il reparto in cui passa il gioco: Jorginho e Verratti sono due fenomeni, cercano di far girare la squadra. Io cerco di pensare più all’inserimento”. 

LUKAKU

“Ero dispiaciuto per lui. Abbiamo creato qualcosa di speciale, ma avrà tante altre occasioni per festeggiare”.

SPAGNA

“Busquets è da tanti anni uno dei migliori al mondo, nella Spagna e nel Barcellona: c’è solo da fargli i complimenti. Poi ci sono Pedri, Koke. Sarà una bella partita e cercheremo di battere il loro centrocampo e la Spagna”.

DISCORSO MANCINI

“Quando stava parlando il mister mi stavo scambiando la maglia con Lukaku, ma mi son fatto raccontare dagli altri quel che diceva. Sono cose di spogliatoio e non le faccio girare: sono cose nostre, magari lo diremo alla fine”.

GAFFE GIORNALISTA – GUARDA IL VIDEO 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

La petizione belga prende in giro la Francia: “Rigiochiamo con l’Italia…”