VIDEO – La frustrazione di Cristiano Ronaldo e la richiesta di Hakimi

0
3072
cristiano-ronaldo-positivo-covid-agnelli-mendes

Cristiano Ronaldo non sta vivendo un momento di forma particolarmente brillante. Nelle ultime 3 uscite (4 considerando anche lo spezzone finale del match di Coppa Italia contro il Genoa), il centravanti bianconero non ha brillato. Se contro il Milan non è riuscito ad incidere, con il Sassuolo ha fallito diverse occasioni assolutamente alla portata per un giocatore come lui prima di trovare la rete in extremis. Il punto più basso della sua stagione, in quella che è stata una delle notti più buie della sua avventura italiana, Cristiano Ronaldo lo ha vissuto contro l’Inter, in un match in cui non è riuscito a prendere sulle spalle, una Juve assolutamente irriconoscibile.

A San Siro il giocatore portoghese non si è praticamente mai visto, eccezion fatta per un paio conclusioni pretenziose da distanza siderale, con un cross assolutamente sballato e finito in curva. Se le sue giocate non sono state certo incisive, ha invece lasciato il segno la sua mimica che ha sollevato non poche perplessità. Oltre al nervosismo nei confronti di alcuni compagni, in occasioni di giocate o movimenti non graditi, non è sfuggita alle telecamere la sua reazione al gol del 2-0 segnato dall’Inter. Dopo il clamoroso buco difensivo che ha permesso a Barella di sfruttare alla perfezione il lancio di Bastoni, Ronaldo ha sfoderato un sorriso amaro al momento di tornare a centrocampo: un gesto per “nascondere” la notevole frustrazione da parte del giocatore.

Frustrazione palesata soprattutto dopo il fischio finale. Dove non ha perso tempo per abbandonare il campo, e al contrario di molti compagni che si sono resi protagonisti con lo scambio di convenevoli con i giocatori dell’Inter, è filato dritto negli spogliatoi, con un piglio deciso e un’espressione corrucciata. Ronaldo scambia una mezza parola con Hakimi, che gli ha chiesto la maglietta e rinvia lo scambio con tanto di buffetto all’esterno, il giocatore ha lasciato il terreno di gioco senza perdere tempo.

ECCO IL VIDEO

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Inter, quando Ibrahimovic disse: “Bisogna rompere questi dannati clan”