Wenger e Henry attaccano: “Arbitro non corretto. Su Sanchez rosso ingiusto, Fabinho imbroglia”

0
79
arsene-wenger-thierry-henry-inter-sanchez

Continua a far discutere la decisione assunta ieri dal direttore di gara Mateu Lahoz che, estraendo il secondo giallo nei confronti di Alexis Sanchez subito dopo il gol realizzato da Lautaro Martinez, ha compromesso le speranze di qualificazione dell’Inter contro il Liverpool. Decisione non condivisa da Thierry Henry e Arsène Wenger. L’ex bomber è intervenuto nello studio di CBS Sports ha detto: 

“Se hai giocato a calcio, sai che non è mai un intervento da ammonizione. Potevo forse capire l’espulsione diretta per il fallo su Thiago nel primo tempo, considerando le nuove regole: un intervento da ‘arancione’, ma sul secondo giallo davvero non capisco. Cosa avrebbe dovuto fare? Ripeto: chiunque abbia giocato a calcio, sa che non è un intervento da cartellino. È chiaro che, per la dinamica, Sanchez sta calciando la palla e il piede tende a sollevarsi. Non c’è il tempo di togliere la gamba in quei casi, è impossibile.

L’opinione di Henry è stata condivisa anche da Wenger. Queste le parole rilasciate dall’ex tecnico dell’Arsenal negli studi di BeIN Sport:
“Fabinho ha imbrogliato esagerando la reazione: forse ha agito in maniera premeditata. Non dico sia una simulazione, ma il giocatore è rimasto un po’ a lungo sul terreno invece di alzarsi immediatamente. Diciamo che è stato furbo. Sanchez ovviamente non voleva fare fallo, infatti tocca nettamente prima il pallone. Per me l’arbitro ha ‘ucciso’ la partita proprio nel momento più sbagliato possibile: sarebbe stato interessante continuare a vedere altri 25 minuti del match in 11 contro 11 dopo il vantaggio dell’Inter. Il Liverpool ha meritato il passaggio del turno, ma non sono d’accordo con il rosso a Sanchez”.
CBS Sports/BeIN Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: