Zazzaroni: “Cara Wanda, ti stai facendo detestare. Non affossare Icardi”

0
2664
icardi - napoli - wanda - burgnich-ronaldo-sky

Ivan Zazzaroni, dalle colonne del Corriere dello Sport ha analizzato la situazione particolare che sta vivendo Mauro Icardi.

SITUAZIONE PARTICOLARE –  “Wanda, sei una donna intelligente e simpatica, fin troppo abituata a essere ammirata e corteggiata, ora però stai coltivando il raffinato piacere di essere detestata. Cerca di non esagerare. Se sei giunta al punto da essere difesa da Galliani vuole dire che stai effettivamente esagerando. Riflettevo su cosa accadrebbe se il tuo Mauro restasse nella pancia dell’Inter dopo la chiusura del mercato, ovvero sugli effetti che produrrebbe una scelta del genere (e degenere) sulla sua immagine di professionista, ma anche sulla tua: verresti ricordata per anni come la donna che ha rovinato il marito in carriera. In questa lunga e tormentata estate avete ricevuto tre proposte serie più una. Da Roma, Napoli, Monaco e più o meno velatamente dalla Juve, la “più una”, da sempre la vostra destinazione preferita. A inizio agosto avevate anche deciso di accettare quella della Roma, poi, improvvisamente, siete tornati indietro: quando l’Inter ha preso Romelu Lukaku e la Juve l’ha perso. In quel momento si è riattivato il circuito delle suggestioni bianconere, e addio Capitale“.

FUTURO ICARDI – “Ora che la Roma è uscita dal gruppo destinando i soldi che vi aveva promesso al rinnovo da 7 milioni netti di Dzeko (soluzione a lungo caldeggiata anche dal nostro giornale) e che la pista Monaco si è raffreddata, vi restano comunque due top of the pops, il Napoli e forse la Juve; Juve ancora frenata dagli esuberi, molti dei quali di primissimo livello (Higuain, Mandzukic, Dybala un discorso a parte). Tocca a te, a voi. Hai una grande occasione, Wanda: come agente, puoi restituire un grande attaccante al campo; come consorte, rilanciare la carriera di tuo marito che ti ha sempre ascoltata. Il monito cristiano dice alla moglie fedele: accompagna l’uomo nella buona o nella cattiva sorte. Non di precederla o causarla. Le femmine dei mammiferi allattano i loro cuccioli anche quando diventano adulti e spesso lo fanno per impedirgli di diventare adulti. In questo caso si scrive allattano e si legge affossano“.

Corriere dello Sport