Zazzaroni: “Serra trattato come l’assassino dello scudetto. A Orsato andò decisamente meglio”

0
74
mazzoleni-zazzaroni-serra-arbitri-arbitro-juventino-umbria-arbitri-errori-arbitrali

La ventiduesima giornata di Serie A passerà agli annali per l’errore in buona fede dell’arbitro Marco Serra in Milan-Spezia. In attesa di capire quale sarà la punizione per il direttore di gara, Ivan Zazzaroni ha scritto del fischietto di Torino sul Corriere dello Sport:

“Serra è stato trattato come l’assassino dello scudetto. E non escludo che ‘Quarto grado’  stia preparando per venerdì sera un’intera puntata sul Mostro di San Siro. Un mostro perfino un po’ sfigato: ha commesso un errore grave e per come è proseguita l’azione non avrebbe potuto neppure essere aiutato dal Var. A Orsato, svarione simile in Juve-Roma, andò decisamente meglio, al punto che se Veretout non avesse sbagliato il rigore concesso in modo tecnicamente assurdo, della topica dell’esperto arbitro di Schio si sarebbe parlato solo per poche ore. Se fossi l’Aia o Rocchi, Serra non lo fermerei. Anzi: lo rispedirei in campo domenica per verificare se ha la personalità, l’equilibrio e la competenza necessari per arbitrare il grande calcio dei fuori di capoccia . Serra ha bisogno di affrancarsi dall’umanissimo pianto nello spogliatoio. Per punizione , lo farei rialzare”.  

Zazzaroni ha anche commentato il pareggio dell’Inter contro l’Atalanta: “Mi è piaciuta come mai in precedenza: per come ha tenuto il campo, moltiplicato i contrasti che non erano duelli, ma “quadrielli”, accettato di subire le accensioni dell’avversario, per poi reagire e cercare di colpire. Se l’Inter, che veniva da otto vittorie di fila, è riuscita a prendere un punto ieri sera, peraltro rischiando più volte di infilare la nona, significa che ha molto più degli altri: ha consapevolezze e cambi unici”.

Corriere dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: