Cioffi: “Non meritavamo la sconfitta”. Poi cita una frase di Boskov

0
35
cioffi-udinese-inter

Gabriele Cioffi, allenatore dell’Udinese, commenta così ai microfoni di Dazn la sconfitta interna con l’Inter: “Non mi stupisce la partita. Il rammarico c’è, prendere il primo gol su un piazzato su cui siamo forti lascia l’amaro in bocca. Il secondo gol è nato perché siamo stati una via di mezzo e non possiamo permettercelo contro una grande squadra. Nella ripresa abbiamo corretto il tiro, dico bravi ai ragazzi perché non meritavamo la sconfitta. Ho tanta voglia di finire bene questa stagione. Capisco dove volete andare a parare con la domanda, ma noi pensiamo a Sassuolo, Spezia e Salernitana. Forse saremo un po’ presuntuosi, ma questa partita ci lascia l’amaro in bocca”.

Cioffi continua: “Veniamo da cinque partite in due settimane, tante volte la gamba fresca ce l’hai perché stai bene. Forse è mancato quello e potevamo correggere nell’ultimo passaggio e nello spunto. Ma per il ciclo di partite che abbiamo avuto, dico bravi, anzi bravissimi ai ragazzi.  Il rigore su Dzeko? Cito le testuali parole di Vujadin Boskov: ‘Rigore è quando l’arbitra fischia’. Se dico no si sta tutto il giorno e si creano alibi, quello che dico ai ragazzi è di cercare una scusa per fare, non per non fare. Non ci abbiamo pensato. E l’arbitro ha fatto un’ottima partita”.

Dazn

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Capello: “Non condivido le parole di Sacchi. L’Inter ha attaccato per 90’, il Bologna vince con un tiro e mezzo”