GdS – Bologna-Inter da non sottovalutare: “Ci sono due motivi precisi”

0
53
Bologna-Inter-giallo-distinta
© Getty Images

Mercoledì 27 aprile, la data del recupero di Bologna-Inter, a meno che il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni accolga il ricorso dell’Inter contro le decisioni del Giudice Sportivo e della Corte Sportiva d’Appello della FIGC. Secondo La Gazzetta dello Sport, l’ipotesi che l’appello venga accolto non è assolutamente da scartare: 

“Tutti i precedenti dicono che il match si giocherà, ma l’Inter ci crede per due motivi precisi (non si tratta della famosa distinta messa online dagli emiliani, bensì il mancato reclamo e la ‘strana’ lista dei contatti stretti) che differenziano il comportamento del Bologna dalle altre squadre impossibilitate a uscire dalla bolla a causa di un focolaio. L’avvocato Angelo Capellini, che mercoledì sarà collegato da remoto con il Collegio di Garanzia, basa la propria tesi intanto sul fatto che il Bologna al tempo non ha fatto nè il pre annuncio di reclamo nè il reclamo stesso. Se c’è una causa di forza maggiore che ti impedisce di giocare, dovresti andare dal Giudice a invocarla. Atto che il Bologna – a differenza di tutti i club trovatisi nella stessa situazione, anche nella stagione scorsa – non ha mai depositato”.

La Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Pioli si lamenta ancora: “Gli arbitri danno recupero ma non ritmo”

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Veri Interisti (@veriinteristi)